Con reportage fotografico di 21 immagini

Trentino: il Consorzio Valdadige amplia e ristruttura il proprio magazzino mele

FreshPlaza Italia si è recentemente recata in visita presso il Consorzio Valdadige di Mezzocorona (TN), che riunisce 300 frutticoltori che si dedicano alla coltivazione delle mele, in una delle regioni più importanti per la produzione italiana: il Trentino. Qui, ai piedi delle Dolomiti, si produce ogni anno oltre il 50% delle mele italiane che, grazie al clima fresco e alle forti escursioni termiche tra giorno e notte, sono tra le più pregiate e le più apprezzate dai consumatori nazionali e internazionali.


Impianto sotto rete

Il Consorzio Valdadige ha avviato, il 14 gennaio 2008, i lavori di ampliamento e ristrutturazione del suo magazzino. I lavori saranno ultimati entro il prossimo agosto 2009 anche se buona parte della struttura è già completa ed operativa. La ristrutturazione sta investendo i "settori" critici che caratterizzano un consorzio melicolo. In tal senso è stata riprogettata e ingrandita la sala di confezionamento che ora risulta essere composta da sette linee di produzione dotate dei più moderni macchinari attualmente disponibili sul mercato.

Clicca qui per il reportage fotografico


Linee di confezionamento viste dall'alto

Una calibratrice munita di trentadue canali seleziona le mele mediante telecamere a colori e infrarossi, tenendo conto di parametri relativi a colore, calibro e difetto. Sulla base di questi tre tipi di criteri vengono generate partite di prodotto omogeneo (precalibri) che possono essere utilizzate per differenti modalità di vendita (confezionamento o vendita in cassoni). Ruolo fondamentale di questo tipo di macchinario è quello di "valutare" la qualità del prodotto conferito dai singoli soci in funzione dei parametri sopra elencati.


Fase di apertura di un canale della calibratrice


Canali della calibratrice

Una volta precalibrate le mele vengono scaricate dai canali della calibratrice e depositate in cassoni (bins). Successivamente vengono depositate nelle celle frigorifere in attesa di essere commercializzate.

Clicca qui per il reportage fotografico

E’ importante sottolineare la differenza tra la conservazione del prodotto scendipianta (non lavorato in calibro) da quello precalibrato (lavorato in calibro). Nel primo caso la conservazione è rivolta a mantenere il prodotto in cella anche per periodi molto lunghi (diversi mesi), nel secondo caso invece la permanenza in cella sarà solo temporanea (qualche settimana).


Alcuni bins di prodotto precalibrato

Per quanto riguarda la frigoconservazione sono state realizzate nuove celle frigorifere che portano l’attuale capacità di stoccaggio ad oltre 250.000 quintali. Il numero complessivo di celle verrà quindi portato a 78 unità.

Nell’ottica complessiva di ristrutturazione del magazzino è stata data importanza anche alla parte estetica. Riportiamo di seguito alcune foto della struttura attuale ed un rendering che ne mostra la trasformazione.



I profili del vecchio magazzino si stagliano contro le montagne che si trovano all'imboccatura della Val di Non.


Il rendering del nuovo magazzino

Accanto allo storico marchio "Mela di Campo" (foto sotto), che aderisce alla campagna di Legambiente per l’Agricoltura Italiana di Qualità (LAIQ), il Consorzio Valdadige ha da poco introdotto anche il suo nuovo brand "Valentina" (vedi articolo correlato).

Clicca qui per il reportage fotografico

Contatti:
Consorzio Valdadige
Mezzacorona Sca
Via del Teroldego, 1
38016 Mezzocorona (TN) - Italy
Tel: +39 0461 616399
Fax: +39 0461 608484
E-mail: info@mezzacorona.it
www.melavalentina.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto