Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Serve una soluzione per esportare le mele dalla Polonia all'Egitto

"I volumi dei nostri meleti quest'anno saranno il doppio"

La stagione polacca delle mele si preannuncia buona, con molti più volumi rispetto alla precedente. "Il meteo è stato perfetto per le mele e ha favorito un aumento dei volumi. Potremmo anche dire che ci sono troppi frutti sugli alberi, dato che normalmente avrei 800 tonnellate di mele Golden nei miei frutteti. Quest'anno sono a 1.600 tonnellate, quindi i volumi sono raddoppiati", spiega Mohamed Marawan, proprietario di Sarafruit.

"Questo è vero per la maggior parte, se non per tutte, le varietà dei miei frutteti. Quindi la produzione è molto alta, anche se ci sono agricoltori che hanno fermato le loro attività di produzione di mele, perciò non è chiaro quale sarà la produzione totale della Polonia".

Marawan afferma che ci sono stati alcuni coltivatori che hanno rinunciato alle mele a causa della stagione deludente dell'anno scorso. "L'ultima campagna non è stata molto redditizia, poiché i costi di produzione erano molto alti e i prezzi molto bassi. Di conseguenza, alcuni agricoltori hanno scelto di non raccogliere tutte le mele e di lasciarle sugli alberi. Altri sono riusciti a realizzare un profitto tramite le esportazioni, e hanno continuato a investire nei loro frutteti per la prossima stagione. Se una maggiore produzione sarà positiva per gli agricoltori, dipenderà dal prezzo. Ad esempio, le mie mele sono destinate solo all'esportazione, quindi non le vendo sul mercato interno, dove i prezzi sono più bassi. E se ci fosse un raccolto eccezionale, questo potrebbe portare a quotazioni inferiori per l'esportazione, quindi dovremo vedere come si bilanceranno i diversi mercati".

Alcuni produttori ortofrutticoli polacchi temevano la carenza di manodopera quest'anno, poiché gli ucraini sentono la responsabilità di difendere il loro Paese, piuttosto che raccogliere frutti in Polonia. Marawan ritiene che il costo della manodopera aumenterà, ma dovrebbero esserci abbastanza lavoratori disponibili. "Nonostante la guerra in Ucraina, sento che avremo ancora abbastanza manodopera a nostra disposizione per la raccolta di questa stagione. Certo, comporterà un aumento dei costi, poiché dovremo pagare un po' di più i lavoratori, ma trovare la forza lavoro non dovrebbe essere un problema".

Poiché Sarafruit ha il suo mercato principale in Egitto, si augura che il problema della Banca centrale egiziana che non autorizza le transazioni per le importazioni dovrà essere risolto affinché la stagione abbia successo.

Spiega Marawan: "Per quanto riguarda gli attuali problemi d’esportazione di ortofrutta in Egitto, ho sentito che il governo polacco è in trattative con la commissione egiziana per trovare una soluzione. Ovviamente ci saranno delle discussioni sull'accordo commerciale da raggiungere, ma il più grande operatore rimane la Banca Centrale, dovendo rilasciare il denaro destinato agli esportatori di prodotti agricoli in Polonia. Questo non è solo un problema di mele, poiché riguarda tutte le importazioni in Egitto. Il nostro piano ora è quello di creare una società in Egitto, ma avremmo bisogno dell'approvazione per l'importazione, che non viene data a una società di nuova costituzione. Spero che si trovi una soluzione, perché ce n’è davvero un disperato bisogno".

Per maggiori informazioni:
Mohamed Marawan
Sarafruit
Tel: +48 537 935 155
Email: office@sarafruit.eu   
Web: www.sarafruit.eu


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto