Sistema robotico per abbassare le piante di pomodoro

Arugga AI Farming, la start-up, con sede in Israele, che ha introdotto sul mercato delle serre di pomodori il robot per l'impollinazione, ha testato con successo un manipolatore robotico che sostituirà l'attività manuale, ad alta intensità di manodopera, di abbassare le piante di pomodoro.

Braccio robotico della Arrugga AI Farming per abbassare le piante - video accelerato a scopo dimostrativo.

Affrontare i problemi della carenza di manodopera
Iddo Geltner, amministratore delegato dell'azienda, ha affermato che "fin dall'inizio, la nostra missione è stata quella di aiutare i coltivatori in serra ad affrontare i problemi della carenza di manodopera, migliorare l'efficienza e aumentare i raccolti. L'impollinazione robotica è un primo passo in questa direzione, con la promessa di una resa maggiore rispetto alle api e all'impollinazione manuale. Abbiamo iniziato la distribuzione commerciale dei nostri robot per l’impollinazione in Australia e negli Stati Uniti e, nei prossimi mesi, abbiamo in programma di espanderci in Canada".

Negli ultimi mesi, l'azienda ha lavorato allo sviluppo di una soluzione robotica per eseguire attività di manodopera che hanno un alto costo, come abbassare le piante e potarle. L'azienda ha ora sperimentato con successo in una serra commerciale in Israele, il suo sistema robotico per abbassare le piante.

Primo lancio commerciale entro la fine del 2022
Geltner dice che "l'azienda prevede di lanciare la sua prima soluzione robotica commerciale per l'abbassamento delle piante, alla fine del 2022. Il sistema robotico verrà aggiunto alla nostra piattaforma già in funzione per l'impollinazione robotica. L'obiettivo è aumentare il numero dei compiti svolti dai nostri robot, in diversi momenti della giornata".

Raccolta fondi
La società, con sede in Israele, sostenuta da investimenti nel capitale di rischio, ha raccolto 6,3 milioni di dollari e sta raccogliendo fondi aggiuntivi.

Geltner aggiunge: "Tutti i coltivatori con cui parliamo affrontano enormi sfide per la carenza di manodopera. Speriamo di poter essere parte della soluzione e di aiutarli a risolvere questi problemi con i robot basati sull’intelligenza artificiale".

Per maggiori informazioni:
Arugga
info@arugga.com
www.arugga.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto