I pistacchi sono consumati da sette italiani su dieci

Quasi 7 italiani su 10 affermano di consumare pistacchi regolarmente e oltre il 40% li consuma da sempre. E' quanto emerge da una ricerca di American Pistachio Growers (associazione no profit che unisce i coltivatori di pistacchi americani) in collaborazione con mUp Research, al fine di indagare il rapporto che gli italiani hanno con i pistacchi, frutta secca a guscio. L'indagine è in occasione della Giornata Mondiale del Pistacchio, in programma il 26 febbraio.

I risultati dello studio mettono in luce che gli interpellati sono concordi sulla versatilità del pistacchio: dalla ricerca emerge infatti che il prodotto viene consumato nell'arco dell'intera giornata con un picco nel break pomeridiano, con oltre un italiano su due che dichiara di mangiarli come spuntino post pranzo. Come seconda scelta sono preferiti per l'aperitivo: il 47% degli intervistati ammette che sono ottimi come snack insieme a olive e patatine durante l'happy hour, mentre 4 connazionali su 10 preferiscono consumarli durante la cena.

Anche rispetto alla stagionalità, il pistacchio non ha un periodo totalmente prevalente: al primo posto gli intervistati hanno risposto l'autunno con il 77% delle preferenze, subito dopo c'è l'inverno con il 75% dei voti, al terzo l'estate preferita dal 64% degli italiani e a chiudere la classifica, la primavera con il 61%. Oltre 8 italiani su 10 dichiarano di mangiarli da soli come snack.

Tra gli intervistati non mancano coloro che preferiscono utilizzarli come ingredienti di ricette, quasi 7 connazionali su 10. In particolare il 45% afferma ad esempio che con con il pistacchio realizza dessert, il 42% preferisce utilizzarli all'interno di antipasti o aperitivi, mentre il 33% li usa per dare quel tocco di croccantezza e gusto in più al proprio primo piatto. Infine pistacchi, secondo i risultati della ricerca, vengono consumati perlopiù in casa: 63%, contro il 14% fuori casa.

Fonte: Ansa


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto