Nell'estate 2016, un giovane 25enne di Cesena, Enrico Martini, ebbe l'idea di creare un supermercato per acquisti solo online. A fine 2016 ci fu l'inaugurazione (cfr. Freshplaza del 16/12/2016) e oggi il sogno di quel ragazzo si è trasformato in Tulips, una concreta realtà che fattura 3 milioni di euro (stima del 2020).

"Anche l'ortofrutta ha una parte preponderante del nostro business - esordisce Martini - dato che supera il 15% del fatturato. Neppure i supermercati 'fisici' raggiungono queste percentuali".

Screenshot della pagina online per gli acquisti di ortofrutta. A destra, Enrico Martini

Dopo aver aperto la prima sede a Cesena, nei mesi scorsi è stata aperta una filiale a Rimini e, fra qualche mese, nascerà quella di Ravenna.

"Il nostro sistema funziona perché riusciamo a garantire la freschezza di frutta e verdura. In che modo? In pratica, il 60% della merce è preordinata, in AxB, e solo il 40% è una 'scorta' che facciamo in tentata vendita. Ci arrivano gli ordini, noi acquistiamo dai fornitori e poi organizziamo la spesa al cliente con consegna immediata. Spesso capita che un prodotto venga raccolto al mattino e, a sera, il cliente lo riceva a casa. Un supermercato tradizionale, invece, ha il 100% in tentata vendita ed è per questo che ha più scorte e, successivamente, maggiori scarti".

Gli utenti iscritti alla piattaforma Tulips sono circa 15mila, poi vi sono i clienti più assidui, che effettuano ordini quasi giornalieri, e quelli saltuari. "Abbiamo un'ampia referenza: direi che copriamo l'80-85% del possibile paniere ortofrutticolo. Abbiamo pure articoli poco richiesti, anche se non possiamo tenere quelli prettamente di nicchia, proprio perché non vogliamo che i prodotti restino in cella perdendo freschezza e qualità".

Tilups ha chiuso un round per un valore complessivo di 3 milioni di euro sot-toscritto interamente da MTH S.r.l.. Questa operazione è la seconda per Tulips che aveva già incassato 300.000 euro dal round tenutosi attraverso la piattaforma di crowdfunding CrowdFundMe e porta l'investimento complessivo in Tulips a quota 3,4 milioni di euro.

Enrico Martini e Mattia Mordenti, i fondatori di Tulips, hanno spiegato: "L'ingresso di MTH rappresenta per Tulips una grande opportunità per replicare la validità del nostro modello di business. Le risorse sono estremamente importanti in un settore come questo che è "capital intensive" e verranno utilizzate principalmente per l'espansione geografica e per continuare la sviluppo del software di proprietà".

Gianluca Marchetti di MTH ha commentato "Tulips è una realtà in via di sviluppo, in un settore innovativo che è solo agli albori. Siamo determinati a sostenere la società nel suo piano di crescita affinché possa erogare un servizio e vendere prodotti di qualità ai suoi clienti con ingente risparmio di tempo".