Addio a Diego Planeta, imprenditore illuminato al quale l'agricoltura siciliana deve molto

Lo scorso sabato, 19 settembre 2020, si è spento all'età di 80 anni l'imprenditore siciliano Diego Planeta. Il suo nome è indissolubilmente accostato al settore vitivinicolo italiano, ma egli ha lasciato anche una profonda traccia nell'orticoltura, operando a partire dagli anni '60 con la SIS, la più importante azienda italiana di protezione del suolo per le colture intensive di pieno campo e, soprattutto, per le colture protette in serra.

Diego Planeta (foto: www.planeta.it). L'imprenditore era molto conosciuto anche a Vittoria (RG), città pioniera a livello mondiale nell'orticoltura in serra, dove venne fondata la SIS.

Generazioni di operatori, tecnici e operai altamente specializzati si sono formati in quest'azienda che ha contribuito al boom economico trainato proprio dalla serricoltura siciliana. Negli anni '90 rilevò l'azienda Centro Seia, sita nel comune di Ragusa, oggi una delle più importanti imprese vivaistiche del panorama mondiale, con diverse sedi in Europa e negli Stati Uniti.

Diego Planeta è stato uomo lungimirante e con una grande capacità imprenditoriale, che ha saputo dare all'orticoltura intensiva e alla vitivinicoltura del Paese uno slancio propulsivo significativo. Tra le aziende riconducibili all'opera imprenditoriale di Planeta annoveriamo anche l'Azienda Agricola Dorilli, una delle realtà produttive più strutturate d'Europa, che vanta clienti nel segmento specializzato del pomodoro da mensa di alta qualità.

Come ricordato in apertura, questo poliedrico imprenditore è stato profondamente impegnato nel mondo del vino, anche come storico presidente della più grande cantina siciliana, la Settesoli di Menfi e traghettando l'azienda Planeta di famiglia da impresa con diverse colture a società vinicola ad alta specializzazione, con un mercato diffuso in tutto il mondo.

"Una perdita incolmabile, non solo per il mondo del vino, ma per tutti coloro che credono nella forza e nel coraggio di fare imprenditoria, nel più profondo significato della parola". Così Il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, nel ricordare la figura di Diego Pianeta: "Ha speso la sua vita a diffondere la cultura del territorio e della collettività, anche nei momenti più difficili, mirando alla crescita diffusa. Un obiettivo che Diego Planeta ha perseguito in tutto il suo percorso imprenditoriale, con battaglie personali e sindacali all'interno di Confagricoltura, che hanno portato allo sviluppo e alla diversificazione delle aziende di famiglia, in cui ha voluto da sempre coinvolgere figli e nipoti, che da oggi continueranno con convinzione a diffondere il suo messaggio".


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto