Avvisi









Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Gossamer SC-400

Un veicolo a guida automatica per ottimizzare i flussi negli stabilimenti di confezionamento

Molti impianti di confezionamento stanno cercando di ridurre la quantità di carrelli elevatori che si muovono a terra e, per questo motivo, la Gossamer Packaging Machinery, con sede a Somerset West, ha progettato un veicolo a guida automatica per la circolazione di pallet o bins vuoti e pieni, senza l'uso di transpallet o carrelli elevatori.

Il veicolo può essere utilizzato in combinazione con le altre attrezzature Gossamer, ad esempio impilatori  e de-impilatori di bins, caricatori di pallet e centri di stoccaggio di pallet e bins, semplificando le attività all'interno del magazzino, afferma la società.

Il veicolo a guida automatica della Gossamer, mentre trasporta un bins di limoni (foto fornite dalla Gossamer Packaging Machinery)

Il veicolo Gossamer è stato installato in un impianto per il confezionamento di agrumi della Ambrosia Estates, a Hoedspruit, per alimentare automaticamente i bins vuoti nei 42 riempitori DBF-C. Quando, due anni fa, la Ambrosia Estates ha cambiato il layout del suo impianto di confezionamento, hanno installato un nuovo ridimensionatore e ora stanno dimensionando direttamente nel bins, cosa che non avviene in molti stabilimenti.

Dopo il successo del loro primo veicolo a guida automatica, la Ambrosia Estates ha in programma di installarne un altro per trasportare i bins pieni ai cassoni ribaltabili sui tavoli di lavorazione e smistamento alle macchine imballatrici automatiche della gamma PP-300.

L'operazione è completamente automatizzata e non necessita di personale: questo sistema è l’ideale per le situazioni in cui il trasporto dei frutti sfusi avviene in aree con uno spazio limitato, come in questo caso sotto i nastri trasportatori.

Il veicolo a guida automatica, che si muove a una velocità di 1,5 m al secondo, è un progetto realizzato già da alcuni anni, avendo preso atto da tempo della necessità di automatizzare la movimentazione dei bins.

Su alcuni piani dell’impianto di confezionamento ci sono fino a trenta carrelli elevatori in movimento, e ognuno richiede un autista che ogni stagione deve ricevere apposita formazione..

Il veicolo a guida autonoma funziona con una batteria al litio con una durata di dieci anni e 3.600 cicli.

L'energia che sarebbe stata persa nella frenata viene convertita da cinetica in elettrica, contribuendo così alla ricarica delle batterie. Quando vengono rilevati i livelli di batteria scarica, il veicolo torna da solo a un punto di ricarica, anche durante i periodi di inattività dello stabilimento. Il tempo di ricarica da vuoto è di circa 5 ore, ma sono disponibili opzioni di caricabatterie più veloci o più lente.

Il veicolo a guida automatica si muove su rotaie, se ne misura la posizione e lo si posiziona in modo molto preciso.

Ne esistono tre versioni: una progettata per spostare pallet vuoti, un'altra che può raccogliere fino a 2.400 kg di pallet pieni e un terzo in grado di spostare pallet doppi, mentre recupera l'intero pallet può anche caricarne uno vuoto, durante la stessa corsa. Le opzioni di comunicazione includono i sistemi SCADA e quelli di informazione integrata, che consentiranno il monitoraggio intelligente del prodotto sfuso in tempo reale, in tutta la struttura.

La Gossamer Packaging Machinery è stata responsabile dei sistemi di gru a cavalletto presso l’impianto di confezionamento di mele e pere del gruppo Two-a-day, a Grabouw, che confeziona dall'alto, dato che un robot opera su dieci punti di imballaggio.

"Abbiamo macchine in funzione presso l’impianto di Two-a-day, che funzionano da oltre 24 anni senza alcun intoppo", afferma Jeanette van Dyk, responsabile marketing e vendite internazionale della Gossamer.

La pallettizzazione robotica e in piano della Gossamer nell'impianto di confezionamento di drupacee del gruppo Two-a-Day

In Sudafrica, la società è il il maggior fornitore di ondulatori e impianti di imballaggio. Molti dei loro imballatori a doppia fase Erector TE-800D, SEL-400R e PP-300 sono in uso in Kenya, Israele e Stati Uniti, con formatrici telescopiche TZ-7 in Egitto.

Gossamer ha partner in Messico, Cile, Australia, Kenya, Stati Uniti, Israele ed Egitto.

Nonostante le loro attrezzature siano impiegate anche nella refrigerazione della carne, per i prodotti convenience e i centri ittici, nei caseifici, nonché negli impianti di bevande e d’imbottigliamento (hanno registrato una crescita nel settore della birra artigianale), è dalla frutta che deriva la maggior parte delle loro entrate.

Guarda un video sul veicolo a guida automatica in azione.

"Nel settore della frutta, delle bevande e dell'imbottigliamento, i nostri clienti apporteranno delle modifiche ai loro impianti, perché si tratta di imballaggi per conto terzi, con un fatturato più rapido rispetto al settore del convenience".

Per maggiori informazioni:
Jeanette van Dyk
Gossamer Packaging Machinery
Tel: +27 21 851 2464
Email: sales@gossamer.co.za
https://www.gossamer.co.za/


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto