Rosso Gargano

Pomodori in scatola a sole due ore dalla raccolta

L'incremento dei consumi domestici e il cambiamento delle abitudini di acquisto nel periodo di emergenza sanitaria e quarantena stanno avendo conseguenze sulla programmazione della campagna commerciale del pomodoro da industria, soprattutto per quanto concerne i formati di vendita. Le linee di lavorazione entreranno nel pieno delle attività con la raccolta estiva, che si preannuncia con volumi e rese in linea con gli anni precedenti. Tutto lascia presumere che quest'anno le operazioni si svolgeranno con le consuete modalità e nel rispetto dei calendari produttivi.

Domenico Demaio e Andrea Demaio, titolari del marchio Rosso Gargano.

Come riferisce a FreshPlaza Domenico Demaio, presidente di Futuragri e titolare del marchio Rosso Gargano: "Nella proiezione di inizio campagna, il vero problema sono le scorte: non ci sono riserve di magazzino dei piccoli formati, pertanto ne raddoppieremo la produzione. Con la graduale riapertura dei canali horeca e ristorazione, si sta pian piano ripartendo anche con la vendita dei formati da 3 kg, ma ne abbiamo ancora  giacenze della scorsa produzione. Pertanto ne limiteremo la produzione, convinti che a regime non si ripartirà che dall'anno prossimo". 

Quattro famiglie di imprenditori agricoli hanno creduto in un progetto identificativo del territorio. Lo slogan del marchio è: "Noi li coltiviamo. Noi li trasformiamo", originato da una volontà ben precisa di voler riconoscere un valore aggiunto ad una filiera molto corta.

Rosso Gargano trasforma pomodoro da industria in Puglia, nella Capitanata, di fatto dando vita alla filiera corta di più vaste dimensioni in Europa: 90mila ton di pomodoro, con esportazioni in 51 Paesi in tutto il mondo, in particolare verso il Giappone, un mercato che pesa per il 30% sul totale spedito all'estero. Le altre destinazioni comprendono tutta l'Europa, gli Stati Uniti, il Canada e l'Australia.

Per quanto riguarda l'assortimento, si parla di 60 milioni di latte di pomodoro, disponibili in vari formati e ricette: dalla classica Passata di Pomodoro, ai Pelati di Puglia Salsati e Pelati di Puglia Salsati con Basilico, fino alle specialità come i Pomodorini, i Datterini, e i cubettati.

Rispetto alle iniziali preoccupazioni sollevate dalla pandemia, Rosso Gargano non ha rilevato problemi di alcun tipo. Anche per quanto concerne la campagna di produzione, le risorse idriche al momento sono sufficienti e, quanto alla manodopera, l'impresa si avvale già da molti anni della raccolta meccanizzata.

"Nella fase di produzione - dice Domenico Demaio - impieghiamo un'esperienza lunga 40 anni, caratterizzati da continui miglioramenti nella produzione. Scegliere le varietà migliori di pomodoro, rispettare l'ambiente, usare in modo oculato le risorse naturali oggi più che mai è quello che fa la differenza. In fondo, è il vantaggio che ci caratterizza e cioè quello di unire due anime: quella industriale e quella contadina avvalendoci delle migliori tecniche di trasformazione, ma anche dell'esperienza del duro lavoro sui campi". Non è facile mantenere standard di qualità elevati e, al contempo, fare grandi numeri. In questo, Rosso Gargano è riuscita, con impegno e competenza.

"Sono i produttori - precisa Domenico Demaio - che scelgono oculatamente le varietà più adatte a ogni terreno, seguendo passo passo gli interventi agronomici idonei al momento. Un'esperienza che deriva dall'osservazione e in cui ogni fase non può essere lasciata al caso: dall'irrigazione a goccia della piantina fino a quando il pomodoro è pronto per essere raccolto".

"Come detto, oltre il 25% del nostro prodotto va in Giappone. Siamo orgogliosi di lavorare con questo Paese, dove è richiesta l'applicazione di rigidi disciplinari, certificazioni, controlli e una precisione ai massimi livelli, poiché la cultura imprenditoriale nipponica è diversa da quella di ogni altro Paese. Una volta fidelizzati, i giapponesi sono precisi e affidabili, oltre che ineguagliabili nel costruire relazioni commerciali stabili nel tempo".

Tra gli obiettivi su cui il marchio sta lavorando c'è una nuova linea di sughi pronti in vetro, che sarà disponibile entro il 2020, con una decina di referenze tra gusti classici e innovativi.

Inoltre, Rosso Gargano intende puntare sempre più al biologico, superando l'attuale quota del 10% sul fatturato e continuare a crescere in questo segmento entro i prossimi due anni.

L'altra grande scommessa è quella nelle persone e nel territorio, dato che la cultura del pomodoro da industria è tradizione indiscussa nel Tavoliere delle Puglie.

"Non si tratta di ripetere sempre lo stesso mantra – conclude Domenico Demaio – Oggi, per stare al passo con la qualità del prodotto italiano, molti Paesi devono ancora pedalare parecchio. Ecco perché il consumatore è disposto a spendere un po' di più, quando è sicuro di portare a casa un prodotto di qualità. Per ottenerlo, sono importanti anche i tempi di trasformazione: un prodotto che viaggia per 200 km sotto il sole, che sta un giorno interno nei bins dentro un camion prima di essere lavorato, si deteriora moltissimo. Qui da noi questo non avviene, perché i nostri pomodori sono già nelle scatole dopo soltanto due ore dalla raccolta".

Contatti: 
Rosso Gargano
Loc. Incoronata (FG) Italy
71122 Foggia - Italy
Tel. +39 0881 680166
Cell.: +39 389 6832206
Email: giuseppe.stasi@rossogargano.com 
Web: www.rossogargano.com


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto