Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La Cina e' molto interessata ai nuovi cloni di Fuji, per rimpiazzare i suoi impianti ormai obsoleti

In tema di partecipazione alle fiere di settore, quest'anno i Vivai F.lli Zanzi ha fatto una scelta radicale, puntando soprattutto su Interpoma, la fiera biennale dedicata alle mele. Il motivo è facilmente intuibile: promuovere l'ampio catalogo di varietà di melo del vivaio ferrarese e, su tutti, uno in particolare: Devil Gala* (cfr. FreshPlaza del 29/07/2016), mela che, come tradisce il nome, fa parte della famiglia Gala e produce frutti di un rosso scuro intenso – da devil, diavolo - e che copre l'intera buccia. Sul sito del vivaista si spiega che è 'il clone di Gala più colorato oggi a disposizione'.


Devil Gala*. (Foto d'archivio)

Non si tratta propriamente di una novità del 2016. Come spiega Enrico Zanzi "ce l'abbiamo dal 2007, ma ci ha messo un po' per diventare pienamente apprezzata, perché all'epoca tutti parlavano delle Gala striate, così tutti volevano Gala striate. Ma alcuni anni fa questa tipologia di mela ha iniziato a dare problemi di colorazione...", sicché il settore ha fatto un'inversione per lanciarsi ancora sì sulle Gala, ma stavolta sulle monocolore; e più colorate erano, meglio era.


Nello stand dei Vivai F.lli Zanzi a Interpoma 2016. Da sinistra Riccardo, Enrico e Giovanni Zanzi.


"Già 4 anni fa abbiamo iniziato a vendere volumi importanti di piante di Devil Gala*, e da allora è in crescita costante, sia in Italia, in zone come l'Emilia-Romagna, Cuneo, il veronese e il Basso Atesino (zona di Egna e Ora, in provincia di Bolzano, ndr), sia all'estero, in paesi come la Russia, che la chiede molto. Quest'anno ne avevamo circa 400mila piante: sono quasi tutte terminate".


Lo stand a Interpoma 2016 dei Vivai F.lli Zazni ruotava intorno a Devil Gala*.

Sul fronte dell'export "all'estero – riprende Zanzi – vanno molto Delicious, Fuji e Gala", confermando così l'interesse per le varietà rosse (cfr. FreshPlaza del 01/12/2016). "Da un paio di anni – continua – abbiano iniziato a esportare piante anche in Cina, dove vanno un po' tutte le varietà di melo, ma soprattutto la Fuji, con volumi importanti, per impianti da centinaia di ettari. In Cina la Fuji non è una novità, ma ne hanno vecchie tipologie, con impianti altrettanto vecchi", così chi deve rinnovare il meleto o farne uno ex novo si rivolge agli ultimi cloni di questa mela, anche perché "quello cinese è un mercato (e non solo quello delle mele, ndr) in forte espansione, con sempre più Cinesi che si possono permettere di acquistare la frutta", conclude Enrico Zanzi.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto