Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

"UK: Aldi e Lidl "mangiano" quote di mercato ai quattro top retailer"

Nelle 12 settimane che si sono concluse il 15 settembre 2013, le vendite del discount Aldi sono cresciute del 32,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente: si tratta della più grande crescita mai registrata da Aldi, secondo i dati di settore provenienti da Kantar Worldpanel. Le vendite sono aumentate del 14,3% anche per la rivale low-cost di Aldi, cioè la Lidl. La crescita delle vendite significa che la quota di mercato di Aldi è aumentata dal 2,9 al 3,7%, mentre Lidl è cresciuta dal 2,8 al 3%.

Di contro, tre dei quattro maggiori supermercati nel Regno Unito hanno visto diminuire la loro quota di mercato. Nonostante la catena Sainsbury's abbia aumentato la sua quota di mercato dal 16,4 a, 16,6%, le rivali Tesco, Asda e Morrisons hanno subito un calo delle rispettive quote di mercato.

Tesco, che rimane il principale retailer alimentare del Regno Unito, ha visto la sua quota di mercato scendere dal 30,9 al 30,2%. Anche altri rivenditori hanno subito un calo della loro quota, incluse le cooperative. La Co-op sta tentando di colmare un buco di 1,5 miliardi di sterline nelle sue attività bancarie, e anche il suo business nei generi alimentari risulta sotto pressione.

Catene di supermercati che intercettano clientela più abbiente, come Waitrose, hanno invece continuato a crescere (vendite a +9,7% nel periodo considerato).

Edward Garner, direttore di Kantar Worldpanel, ha dichiarato: "Le grandi prestazioni da parte dei rivenditori ad entrambe le estremità del mercato (discount e fascia top) rappresentano una sfida significativa per le quattro grandi catene di supermercati. La crescita combinata di Lidl, Aldi e Waitrose ha conquistato tre punti di quota sul mercato nei generi alimentari nel corso degli ultimi tre anni, e sta obbligando le gradi catene a competere su un terreno via via più limitato. L'allineamento dei prezzi tra i vari competitor attraverso le promozioni, in più, ha fatto sì che questo elemento costituisca sempre meno un fattore di differenziazione. Gli acquirenti, d'altra parte, con vengono convinti a cambiare insegna o marca solo sulla base dei prezzi di vendita."

Fonte: telegraph.co.uk

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto