Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Un pieno di salute con mele e pere

Mele e pere non sono soltanto frutti deliziosi e pratici da portare sempre con sé, per uno spuntino sano e gratificante, ma anche efficaci alleati contro i disturbi oggi più diffusi: colesterolo, diabete, ipertensione…

Ricchi, anzi ricchissimi di nutrienti (tra cui una miniera di minerali e molte vitamine) e di fibre, questi frutti sono dolci e privi di grassi. A seconda della qualità, un etto di mela apporta circa 45 calorie, che per la pera scendono a 40. Perfette per tutti, dunque, anche per chi deve tenere d’occhio la bilancia.

Ci sono così tante varietà di mele e pere, che se ne possono mangiare tutti i giorni senza rischiare di annoiarsi. Perché la differenza non riguarda solo l’aspetto o il colore, ma anche il gusto, che può essere notevolmente diverso da un tipo all’altro.

Dato l’ampio ventaglio di sostanze benefiche contenute, questi frutti svolgono numerosi effetti positivi per la salute, sia preventivi, sia stimolanti di molte funzioni.

Basta dare un occhio ai loro componenti per comprendere le ragioni di tanta efficienza. Le mele contengono acqua, zuccheri di vari tipi, fibre, acidi organici, vitamine A, B1 e B2, C, PP, minerali e oligoelementi (tra cui potassio, fosforo, calcio, zinco, magnesio, sodio, ferro, rame, iodio, zinco, manganese, silicio).

Le pere, essendo particolarmente digeribili, sono adatte anche a chi è debilitato. Contengono molta fibra (utile per regolare l’intestino ma a volte irritante per chi soffre di colite), zuccheri semplici, minerali (come potassio, calcio, ferro, fosforo, iodio) e vitamine (soprattutto A, C, E e acido folico).

E infine il nashi, o pera-mela (pero giapponese), ricco di fruttosio, calcio, ferro, magnesio e vitamina C, come i suoi "cugini" è adatto ai diabetici e benefico per il sistema nervoso, è un’ulteriore alternativa per chi preferisce un frutto esotico senza perdere i benefici dei suoi cugini nostrani.

Preventivi
Tra le numerose azioni protettive c’è quella antiossidante, che contrasta l’invecchiamento cellulare provocato dai radicali liberi, i quali aumentano pericolosamente quando si fuma, si sta molto tempo esposti al sole, si conduce una vita stressante. E con cellule giovani, si prevengono le malattie degenerative e si mantengono più efficienti tutte le funzioni dell’organismo.

Inoltre, questi frutti contribuiscono a mantenere basso il livello di colesterolo, grazie alla loro azione diuretica controllano e riducono la pressione sanguigna e permettono l’eliminazione degli acidi urici in eccesso, aiutano a regolare la glicemia.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto