Alla scoperta della serra high tech della Fri-El a Crevalcore

FreshPlaza ha visitato una serra high tech di recente costruzione della Fri-El, a Crevalcore (BO). Qui di seguito vi proponiamo alcuni scatti alla scoperta di quella che e' probabilmente la serra idroponica piu' avanzata del Nord Italia. Nella foto, una veduta aerea dell'impianto. A sinistra si nota la serra, a destra l'impianto a biomasse da cui arriva il calore per scaldare tutta la struttura.
FreshPlaza ha visitato una serra high tech di recente costruzione della Fri-El, a Crevalcore (BO). Qui di seguito vi proponiamo alcuni scatti alla scoperta di quella che e' probabilmente la serra idroponica piu' avanzata del Nord Italia. Nella foto, una veduta aerea dell'impianto. A sinistra si nota la serra, a destra l'impianto a biomasse da cui arriva il calore per scaldare tutta la struttura.
La serra copre un ettaro e mezzo. Si tratta di una serra-pilota, visto che la Fri-El ha in programma altre serre simili. La prossima verra' costruita entro l'anno e coprira' 5 ettari.
La serra copre un ettaro e mezzo. Si tratta di una serra-pilota, visto che la Fri-El ha in programma altre serre simili. La prossima verra' costruita entro l'anno e coprira' 5 ettari.
Nell'impianto di Crevalcore, nel bolognese, si producono unicamente pomodori Cuore di Bue.
Nell'impianto di Crevalcore, nel bolognese, si producono unicamente pomodori Cuore di Bue.
Secondo quanto dichiarato da Florian Gostner, amministratore della Fri-El, i Cuori di Bue prodotti dalla Fri-El sono premium: superiori cioe' agli altri tradizionalmente presenti sul mercato. Ogni giorno la serra di Crevalcore produce 3 tonnellate di pomodori Cuore di Bue, per 600 tonn/anno.
Secondo quanto dichiarato da Florian Gostner, amministratore della Fri-El, i Cuori di Bue prodotti dalla Fri-El sono premium: superiori cioe' agli altri tradizionalmente presenti sul mercato. Ogni giorno la serra di Crevalcore produce 3 tonnellate di pomodori Cuore di Bue, per 600 tonn/anno.
La coltivazione nella serra avviene su substrato di lana di roccia.
La coltivazione nella serra avviene su substrato di lana di roccia.
Una veduta di uno dei filari di piante della serra. Le piante sono state trapiantate il 21 gennaio 2016 e 2 mesi dopo sono stati effettuati i primi stacchi di Cuore di Bue, con volumi anche superiori alle aspettative.
Una veduta di uno dei filari di piante della serra. Le piante sono state trapiantate il 21 gennaio 2016 e 2 mesi dopo sono stati effettuati i primi stacchi di Cuore di Bue, con volumi anche superiori alle aspettative.
Una veduta 'dall'alto' delle piante. A dimora ci sono 17mila piantine. Ai colmi, la serra e' alta 8 metri.
Una veduta 'dall'alto' delle piante. A dimora ci sono 17mila piantine. Ai colmi, la serra e' alta 8 metri.
Nella propria serra, la Fri-El segue i disciplinari di produzione integrata e non si usano prodotti fitosanitari per i trattamenti, ma solo insetti utili. Per l'impollinazione vengono impiegati bombi (nella foto).
Nella propria serra, la Fri-El segue i disciplinari di produzione integrata e non si usano prodotti fitosanitari per i trattamenti, ma solo insetti utili. Per l'impollinazione vengono impiegati bombi (nella foto).
Un momento della raccolta dei pomodori. Questa operazione avviene alla mattina.
Un momento della raccolta dei pomodori. Questa operazione avviene alla mattina.
Ad eccezione della raccolta, ogni operazione all'interno della serra e' automatizzata, anche la fertirrigazione, con un software che in base alle necessita' regola il timing e i volumi. Nella foto si nota la sezione della serra dove si trovano i serbatoi dell'acqua (in fondo), le vasche con i micronutrienti e le pompe (a destra). L'acqua utilizzata nella fertirrigazione viene riciclata.
Ad eccezione della raccolta, ogni operazione all'interno della serra e' automatizzata, anche la fertirrigazione, con un software che in base alle necessita' regola il timing e i volumi. Nella foto si nota la sezione della serra dove si trovano i serbatoi dell'acqua (in fondo), le vasche con i micronutrienti e le pompe (a destra). L'acqua utilizzata nella fertirrigazione viene riciclata.
Pomodori Cuore di Bue appena raccolti.
Pomodori Cuore di Bue appena raccolti.
Se alla mattina si raccoglie, nel pomeriggio seguono le successive fasi di lavorazione come (nella foto) il confezionamento).
Se alla mattina si raccoglie, nel pomeriggio seguono le successive fasi di lavorazione come (nella foto) il confezionamento).
I pomodori Cuore di Bue raccolti nella serra della Fri-El vengono confezionati a marchio Valfrutta. Tra la Fri-El e il Gruppo Alegra c'e' una partnership per la commercializzazione.
I pomodori Cuore di Bue raccolti nella serra della Fri-El vengono confezionati a marchio Valfrutta. Tra la Fri-El e il Gruppo Alegra c'e' una partnership per la commercializzazione.
Un altro momento della lavorazione dei pomodori.
Un altro momento della lavorazione dei pomodori.
Pomodori Cuore di Bue a marchio Valfrutta pronti per la commercializzazione.
Pomodori Cuore di Bue a marchio Valfrutta pronti per la commercializzazione.
…
Florian Gostner, amministratore della Fri-El.
Florian Gostner, amministratore della Fri-El.
A sinistra Stefano Soli, direttore commerciale di Valfrutta Fresco, a destra Florian Gostner, amministratore della Fri-El.
A sinistra Stefano Soli, direttore commerciale di Valfrutta Fresco, a destra Florian Gostner, amministratore della Fri-El.
Da sinistra a destra: Florian Gostner (amministratore Fri-El), Stefano Soli (direttore commerciale Valfrutta Fresco), e Enrico Simonetto (responsabile Sviluppo e commerciale della Fri-El).
Da sinistra a destra: Florian Gostner (amministratore Fri-El), Stefano Soli (direttore commerciale Valfrutta Fresco), e Enrico Simonetto (responsabile Sviluppo e commerciale della Fri-El).
Stefano Soli, direttore commerciale di Valfrutta Fresco.
Stefano Soli, direttore commerciale di Valfrutta Fresco.
Il team della Fri-El.
Il team della Fri-El.
La serra sorge accanto a un impianto di cogenerazione a biomasse costruito meno di 4 anni fa dalla Fri-El Green Power. Usando prodotti di scarto (nella foto) raccolti in loco l'impianto produce corrente per 2.500 famiglie ed energia termica sotto forma di acqua calda. Quest'ultima viene utilizzata per il riscaldamento della serra.
La serra sorge accanto a un impianto di cogenerazione a biomasse costruito meno di 4 anni fa dalla Fri-El Green Power. Usando prodotti di scarto (nella foto) raccolti in loco l'impianto produce corrente per 2.500 famiglie ed energia termica sotto forma di acqua calda. Quest'ultima viene utilizzata per il riscaldamento della serra.
L'impianto di cogenerazione.
L'impianto di cogenerazione.
Il buffer, un serbatoio esterno alla serra usato per immagazzinare per un breve periodo l'acqua calda proveniente dall'adiacente impianto di cogenerazione.
Il buffer, un serbatoio esterno alla serra usato per immagazzinare per un breve periodo l'acqua calda proveniente dall'adiacente impianto di cogenerazione.

© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto