Visita allo stabilimento CartonPack di Rutigliano (BA)

FreshPlaza si e' recata in Puglia, in visita presso lo stabilimento dell'azienda CartonPack a Rutigliano (BA). CartonPack opera nel settore del packaging dal 1965, occupando oggi una posizione di leadership e si articola in due sezioni, una specializzata nel segmento degli imballaggi per ortofrutta (circa 70 per cento del business) e una rivolta all'industria alimentare (30 per cento).
FreshPlaza si e' recata in Puglia, in visita presso lo stabilimento dell'azienda CartonPack a Rutigliano (BA). CartonPack opera nel settore del packaging dal 1965, occupando oggi una posizione di leadership e si articola in due sezioni, una specializzata nel segmento degli imballaggi per ortofrutta (circa 70 per cento del business) e una rivolta all'industria alimentare (30 per cento).
In questo edificio sono collocati gli uffici amministrativi, ma dal prossimo anno (2010) vi sara' allestita la show-room di CartonPack. L'azienda si trova infatti in fase di ampliamento, con la realizzazione di una nuova struttura, in parte gia' operativa, che si estende su una superficie di 60.000 metri quadrati, di cui 30.000 coperti.
In questo edificio sono collocati gli uffici amministrativi, ma dal prossimo anno (2010) vi sara' allestita la show-room di CartonPack. L'azienda si trova infatti in fase di ampliamento, con la realizzazione di una nuova struttura, in parte gia' operativa, che si estende su una superficie di 60.000 metri quadrati, di cui 30.000 coperti.
Da sinistra a destra: Francesco Bianco (uff. ricerca e sviluppo), Anna Introna (uff. amministrativo), Francesca Vicenti (uff. tecnico) e Giuseppe Leone (direzione).
Da sinistra a destra: Francesco Bianco (uff. ricerca e sviluppo), Anna Introna (uff. amministrativo), Francesca Vicenti (uff. tecnico) e Giuseppe Leone (direzione).
Alcune certificazioni detenute da CartonPack.
Alcune certificazioni detenute da CartonPack.
…
Lo stabilimento CartonPack e' suddiviso in due corpi fabbrica: uno specializzato nella produzione di pellicole, l'altro destinato alla produzione di vaschette. Qui vediamo alcuni esempi di materiali da imballaggio per prodotti freschi di IV gamma.
Lo stabilimento CartonPack e' suddiviso in due corpi fabbrica: uno specializzato nella produzione di pellicole, l'altro destinato alla produzione di vaschette. Qui vediamo alcuni esempi di materiali da imballaggio per prodotti freschi di IV gamma.
Una nuova vaschetta per insalatine.
Una nuova vaschetta per insalatine.
Clamshell con fori per aerazione.
Clamshell con fori per aerazione.
Nuovo cestino per quattro frutti tondi.
Nuovo cestino per quattro frutti tondi.
…
Tra i materiali offerti ci sono pellicole in polipropilene e polietilene, films accoppiati e films a barriera e permeabilita' controllata. Personalizzabili con stampe fino a 10 colori, si tratta di materiali studiati per ottenere una presentazione accattivante per frutta e verdura lavata, tagliata e pronta al consumo.
Tra i materiali offerti ci sono pellicole in polipropilene e polietilene, films accoppiati e films a barriera e permeabilita' controllata. Personalizzabili con stampe fino a 10 colori, si tratta di materiali studiati per ottenere una presentazione accattivante per frutta e verdura lavata, tagliata e pronta al consumo.
Come nascono gli imballaggi CartonPack?
Come nascono gli imballaggi CartonPack?
Grande cura viene posta dall'azienda nella personalizzazione del prodotto a seconda delle esigenze della sua clientela. Qui vediamo lo studio grafico. Tutti i film prodotti da CartonPack possono essere stampati fino a 10 colori.
Grande cura viene posta dall'azienda nella personalizzazione del prodotto a seconda delle esigenze della sua clientela. Qui vediamo lo studio grafico. Tutti i film prodotti da CartonPack possono essere stampati fino a 10 colori.
In questo laboratorio vengono realizzati i fotopolimeri, grandi lastre che rappresentano i cliches fisici di quanto viene impostato dai grafici al computer.
In questo laboratorio vengono realizzati i fotopolimeri, grandi lastre che rappresentano i cliches fisici di quanto viene impostato dai grafici al computer.
Francesco de Pasquale (primo sulla destra) illustra i passaggi chiave per la realizzazione delle lastre fotopolimeriche. Ogni lastra, che e' fotosensibile, viene esposta ad una luce ultravioletta, che la impressiona nei punti relativi al singolo motivo grafico impostato dal computer per la stampa.
Francesco de Pasquale (primo sulla destra) illustra i passaggi chiave per la realizzazione delle lastre fotopolimeriche. Ogni lastra, che e' fotosensibile, viene esposta ad una luce ultravioletta, che la impressiona nei punti relativi al singolo motivo grafico impostato dal computer per la stampa.
La lastra impressionata viene posta in un nuovissimo macchinario che, scaldando la lastra, asporta meccanicamente la parte non impressionata.
La lastra impressionata viene posta in un nuovissimo macchinario che, scaldando la lastra, asporta meccanicamente la parte non impressionata.
"Un panno assorbe tutte le parti "nere" della lastra...."
"Un panno assorbe tutte le parti "nere" della lastra...."
... che emerge dall'altra parte pronta ad un nuovo passaggio sotto luce ultravioletta.
... che emerge dall'altra parte pronta ad un nuovo passaggio sotto luce ultravioletta.
Alla fine del processo, ogni singola lastra viene montata su cilindri i quali, inseriti nel macchinario di stampa e opportunamente inchiostrati, danno vita al motivo grafico desiderato.
Alla fine del processo, ogni singola lastra viene montata su cilindri i quali, inseriti nel macchinario di stampa e opportunamente inchiostrati, danno vita al motivo grafico desiderato.
Fase di stampa di un film ad uso alimentare.
Fase di stampa di un film ad uso alimentare.
Bobina di pellicola gia' stampata.
Bobina di pellicola gia' stampata.
Ogni impostazione dei macchinari di stampa puo' essere controllata da remoto, mediante un apposito pannello di gestione e controllo.
Ogni impostazione dei macchinari di stampa puo' essere controllata da remoto, mediante un apposito pannello di gestione e controllo.
L'alimentazione di inchiostro per il macchinario di stampa.
L'alimentazione di inchiostro per il macchinario di stampa.
Tubi di aerazione sui macchinari di stampa.
Tubi di aerazione sui macchinari di stampa.
Come nascono materialmente le pellicole?
Come nascono materialmente le pellicole?
"Ecco la "sorgente" della pellicola: la granella di polipropilene viene riscaldata fino a fondere e a diventare una gigantesca "bolla" di film che viene soffiata verso l'alto da un potente getto d'aria."
"Ecco la "sorgente" della pellicola: la granella di polipropilene viene riscaldata fino a fondere e a diventare una gigantesca "bolla" di film che viene soffiata verso l'alto da un potente getto d'aria."
"La "bolla" di polipropilene fuso si allunga verso l'alto in forma cilindrica."
"La "bolla" di polipropilene fuso si allunga verso l'alto in forma cilindrica."
Opportunamente pressato, il polipropilene fuso assume la forma finale della pellicola, che ridiscende dall'alto, come in una specie di cascata.
Opportunamente pressato, il polipropilene fuso assume la forma finale della pellicola, che ridiscende dall'alto, come in una specie di cascata.
"La "cascata" si materializza infine in una solida bobina di pellicola."
"La "cascata" si materializza infine in una solida bobina di pellicola."
dettaglio della bobina di polipropilene.
dettaglio della bobina di polipropilene.
Questa invece e' una bobina di R-PET, polietilene riciclato. Tra i trend futuri che stanno affermandosi sul mercato degli imballaggi c'e' uno straordinario interesse per i film biodegradabili o riciclati.
Questa invece e' una bobina di R-PET, polietilene riciclato. Tra i trend futuri che stanno affermandosi sul mercato degli imballaggi c'e' uno straordinario interesse per i film biodegradabili o riciclati.
"Confronto tra bobine di R-PET (a sinistra) e bobine di PLA (a destra). Queste ultime sono realizzate in "plastica" completamente compostabile, in quanto ottenuta dalla fermentazione dell’amido di mais."
"Confronto tra bobine di R-PET (a sinistra) e bobine di PLA (a destra). Queste ultime sono realizzate in "plastica" completamente compostabile, in quanto ottenuta dalla fermentazione dell’amido di mais."
Magazzino.
Magazzino.
Pellicole imballate.
Pellicole imballate.
…
"Nel corpo fabbrica "gemello" a quello delle pellicole, CartonPack realizza i cestini ad uso alimentare."
"Nel corpo fabbrica "gemello" a quello delle pellicole, CartonPack realizza i cestini ad uso alimentare."
Un dettaglio dell'imballaggio dei cestini, protetti da una pellicola che evita il contatto diretto con il cartone esterno, per maggiore sicurezza igienica.
Un dettaglio dell'imballaggio dei cestini, protetti da una pellicola che evita il contatto diretto con il cartone esterno, per maggiore sicurezza igienica.
Codici a barre per la tracciabilita' della merce.
Codici a barre per la tracciabilita' della merce.
"La scritta apposta su questa scatola (SENZA P.V.) si riferisce a cestini dai quali e' stato omesso il simbolo del "Punto Verde", ormai non piu' richiesto dal mercato."
"La scritta apposta su questa scatola (SENZA P.V.) si riferisce a cestini dai quali e' stato omesso il simbolo del "Punto Verde", ormai non piu' richiesto dal mercato."
…
La struttura dei nuovi magazzini in fase di completamento prevede la presenza di corridoi coperti tutto intorno al corpo centrale dove si svolgono le lavorazioni, per la movimentazione dei carrelli.
La struttura dei nuovi magazzini in fase di completamento prevede la presenza di corridoi coperti tutto intorno al corpo centrale dove si svolgono le lavorazioni, per la movimentazione dei carrelli.
La nuova struttura presenta in totale 16 attracchi per i camion.
La nuova struttura presenta in totale 16 attracchi per i camion.

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto