Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto

State utilizzando un software che blocca le nostre pubblicità (cosiddetto adblocker).

Dato che forniamo le notizie gratuitamente, contiamo sui ricavi dei nostri banner. Vi preghiamo quindi di disabilitare il vostro software di disabilitazione dei banner e di ricaricare la pagina per continuare a utilizzare questo sito.
Grazie!

Clicca qui per una guida alla disattivazione del tuo sistema software che blocca le inserzioni pubblicitarie.

Sign up for our daily Newsletter and stay up to date with all the latest news!

Registrazione I am already a subscriber
Patrick Pohlmann parla del raccolto biologico in pieno campo di quest'anno:

"Abbiamo terminato la stagione del sedano rapa e della zucca con quattro settimane di anticipo"

A causa delle condizioni eccezionalmente umide dei campi, molti si trovano a dovere affrontare una campagna di raccolta variabile per gli ortaggi. "Per quanto riguarda il sedano rapa, abbiamo registrato il tutto esaurito alla fine di febbraio, circa quattro settimane prima del solito. Lo stesso vale per la stagione di commercializzazione della zucca di Hokkaido biologica. Normalmente riusciamo a rifornirci fino alla fine di gennaio, ma quest'anno abbiamo dovuto terminare la stagione proprio a cavallo dell'anno", afferma Patrick Pohlmann, produttore biologico e amministratore delegato dell'omonima azienda con sede a Münster (Germania).


La raccolta del sedano rapa: da quando la campagna comincia, all'inizio di ottobre, l'ortaggio viene commercializzato fresco di campo per tutta la stagione.

"Per il sedano rapa valuterei la qualità come 2.0, cioè da media a buona. Per le zucche, invece, parlerei piuttosto di un voto pari a 3.0. La selezione è andata bene, ma abbiamo avuto notevoli problemi con il grado di durezza della merce, che soprattutto verso la fine della stagione ha portato a un aumento dei reclami", spiega l'agricoltore biologico, che produce ortaggi biologici certificati Naturland e Demeter. Ad aumentare la sfida ci sono anche i costi di gestione in continuo aumento. "Siamo riusciti a ottenere un aumento dei prezzi, ma per compensare in qualche modo i costi aggiuntivi, avremmo bisogno di un ulteriore rincaro sul sedano rapa, di circa l'8%".


Zucche e sedano rapa biologici appena raccolti

Il sedano rapa guadagna terreno, mentre la coltivazione della zucca subisce una battuta d'arresto
Per la prossima stagione la pianificazione della coltivazione sta prendendo forma. Continua Pohlmann: "Pianteremo circa il 10% in più di sedano rapa, mentre ridurremo del 20% la coltivazione della zucca. Tra l'altro, a causa dell'aumento del pick-your-own e delle aziende agricole che commercializzano in maniera diretta, vedo un minore potenziale di crescita per l'Hokkaido biologica. Per quanto riguarda il sedano rapa, abbiamo puntato sul bio. Abbiamo notato che il settore biologico si sta impegnando per portare più materie prime bio nei barattoli e nelle lattine dei discount. Ora il nostro compito è quello di attingere a questo segmento di mercato".


La raccolta delle zucche

Pohlmann commercializza comunque circa il 70% dei raccolti di sedano rapa in modo convenzionale. "Tuttavia, vedo anche opportunità di crescita per i prodotti Demeter in futuro. Alla fine, è solo una questione di tempo, finché il commercio non si impegnerà a farlo".

Immagini: Organic Farming Patrick Pohlmann KG

Per maggiori informazioni:
Patrick Pohlmann
Organic Farming Patrick Pohlmann KG
Mariendorfer Str. 4 E
48155 Münster - Germania
+49 172 53 55 333
patrick.pohlmann@gemuesebau-pohlmann.de

Data di pubblicazione: