Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto

State utilizzando un software che blocca le nostre pubblicità (cosiddetto adblocker).

Dato che forniamo le notizie gratuitamente, contiamo sui ricavi dei nostri banner. Vi preghiamo quindi di disabilitare il vostro software di disabilitazione dei banner e di ricaricare la pagina per continuare a utilizzare questo sito.
Grazie!

Clicca qui per una guida alla disattivazione del tuo sistema software che blocca le inserzioni pubblicitarie.

Sign up for our daily Newsletter and stay up to date with all the latest news!

Registrazione I am already a subscriber
Bernardi ortofrutta

Produzione propria di erbette per la Gdo, il mercato ripaga

Per l'azienda Bernardi questo è il primo anno in cui produce "bietoline a costa fine", o erbette romagnole, e al momento il mercato le sta dando soddisfazioni. "E' un prodotto che coltiviamo direttamente nella nostra azienda agricola - esordisce Christopher Bernardi, responsabile commerciale - e stiamo ottenendo ottimi riscontri presso i clienti. In poche ore, il prodotto passa dal campo al banco dei supermercati e la freschezza è alla base della qualità".

Da sinistra, Armando Aruci e Christopher Bernardi con le "erbette romagnole"

Per Bernardi il 2024 si apre con un incremento della superficie coltivata, che ormai è prossima ai 200 ettari (tutti nella zona di Rimini), di cui 6 di serre. "Fra le altre referenze che coltiviamo e abbiamo in vendita ora, c'è da ricordare il cavolfiore. La produzione è ottima, nonostante qualche problema iniziale a causa del clima. i prezzi sono nella norma, peccato che i costi di produzione siano così alti da erodere gran parte della marginalità".

Christopher Bernardi e cassette di cavolfiori

Bernardi commercializza anche molte referenze provenienti dai soci conferitori. In questo periodo ha a disposizione il finocchio, di provenienza Basilicata. "Il mercato è discreto per il prodotto di buona qualità: per questo seguiamo i nostri fornitori in modo che siano allineati con i nostri protocolli". Tutte le referenze di Bernardi sono a residuo zero.

Fra le referenze, anche le zucchine

"In serra a breve cominceremo il trapianto dei meloni e, successivamente, coltiveremo melanzane. La produzione in coltura protetta ci permetterà di ampliare la gamma anche in periodi precoci e tardivi, e di avere più referenze di nostra coltivazione a residuo zero. In pieno campo avremo anche cicoria e porro faremo ampie rotazioni, in modo da evitare la stanchezza dei terreni e ottenere sempre il massimo in qualità" conclude Bernardi.

Christopher Bernardi

Dando uno sguardo più ampio al mercato degli ultimi mesi, il referente dice che "ci sono stati andamenti oscillanti. In novembre mancava prodotto e tutti lo chiedevano, con aumento dei prezzi anche esagerato. Poi c'è stata una fase di normalità, fino a febbraio in cui da un lato l'offerta è aumentata, mentre i consumi sono stati stagnanti o in calo, con prezzi in diminuzione. Non è facile lavorare così".

Per maggiori informazioni
Bernardi srl
Via San Martino
in Riparotta 5T
47922 Rimini
+39 0541 740436
s.bernardi@ortofruttabernardi.it
www.ortofruttabernardi.it