Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto

State utilizzando un software che blocca le nostre pubblicità (cosiddetto adblocker).

Dato che forniamo le notizie gratuitamente, contiamo sui ricavi dei nostri banner. Vi preghiamo quindi di disabilitare il vostro software di disabilitazione dei banner e di ricaricare la pagina per continuare a utilizzare questo sito.
Grazie!

Clicca qui per una guida alla disattivazione del tuo sistema software che blocca le inserzioni pubblicitarie.

Sign up for our daily Newsletter and stay up to date with all the latest news!

Registrazione I am already a subscriber
Stephan van Marrewijk, di Vicasol:

"Mercato dei pomodori saturo dopo il caldo di gennaio"

"Le condizioni climatiche e di coltivazione ad Almeria sono più che favorevoli al momento - afferma Stephan van Marrewijk, che lavora nel dipartimento commerciale della cooperativa spagnola Vicasol - Abbiamo appena concluso il mese di gennaio più caldo da quando esistono le misurazioni. Insieme alla luna piena di gennaio, questo ha fatto sì che tutti i pomodori maturassero nello stesso momento. Ciò ha causato la comparsa di raccolti record, soprattutto per i pomodori".

"Anche il clima rimane mite al momento, con minime di 14 °C e massime di 22 °C. Questo non ha permesso al mercato di reagire abbastanza velocemente per commercializzare questi volumi con rapidità, causando surplus sui mercati e molti tira e molla. Ora la situazione si sta lentamente calmando e speriamo di tornare presto a vendite e prezzi normali per questo periodo dell'anno. Nelle prossime settimane, prevediamo che il mercato si stabilizzi e che il mese di marzo sia interessante per via della transizione dalla Spagna e degli altri Paesi produttori che iniziano la loro raccolta".

Stephan durante l'ultima edizione di Fruit Logistica

Un importante sviluppo nell'orticoltura spagnola, secondo Van Marrewijk, è l'introduzione di varietà resistenti/tolleranti al Tomato brown rugose fruit virus (ToBRFV), per consentire nella prossima stagione di piantare alle normali date di semina senza timore di compromettere la coltura. "Quest'anno la pressione del virus che ci si aspettava è stata in gran parte smentita. Alcune colture sono state colpite, ma non su larga scala e quindi non è stata realmente percepita nell'offerta complessiva".

"Anche la commercializzazione dei prodotti biologici è stata un po' rigida a causa dell'ampia offerta, ma c'è movimento nel mercato e siamo comunque riusciti ad aumentare la nostra quota in modo significativo. Prevediamo una rapida ripresa del commercio biologico - conclude Stephan - Un prodotto in crescita quest'anno nella coltivazione spagnola è il mini cetriolo. Anche per questo si prevede un ulteriore sviluppo". mooi product met veel potentie!"

Per maggiori informazioni:
Stephan van Marrewijk
Vicasol
04738 Puebla de Vicar, Almería - Spagna
+34 950 55 32 00
stephan@vicasol.com
www.vicasol.es

Data di pubblicazione: