La campagna delle arance maltesi, prodotte esclusivamente nella penisola tunisina di Cap Bon (che produce oltre il 75% degli agrumi del Paese), è iniziata circa due settimane fa. Quest'anno è molto diverso dalla stagione precedente, secondo Mourad Ben Salem, direttore di Med Essor, un'azienda che commercializza questo agrume unico da quasi 15 anni.

Arance maltesi vendute a marchio Med Essor

Piccoli calibri quest'anno
La qualità è molto buona, ma la mancanza di pioggia durante la fase di fioritura ha avuto un impatto sui calibri. "Quest'anno c'è una predominanza di pezzature piccole (9/10), che ha portato a notevoli differenze di selezione: il 40% della produzione è stata scartata immediatamente". Ciò contrasta con la stagione precedente, che tendeva a una maggioranza di grossi calibri. Il calo dei volumi commercializzabili dovrebbe far proseguire la stagione fino alla fine di marzo, rispetto alla metà di aprile di una campagna "normale".

Un mercato fluido
Quest'anno l'Egitto è arrivato sul mercato con forza (a causa del calo di produzione in Spagna e in Italia). Tuttavia, l'Egitto non è riuscito a mettere in ombra la "regina delle arance". "Tutti si sono rivolti di nuovo alle arance maltesi - spiega Mourad - Poche arance possono competere con lei, perché oltre alle sue qualità gustative, quella maltese può essere consumata come agrume sia da tavola sia da succo. Sul mercato il calo dei volumi ha portato a vendite fluide a prezzi molto ragionevoli, tra 0,8 e 1,5 euro a seconda del calibro".

Quest'anno le arance maltesi beneficeranno di eventi e degustazioni speciali nei supermercati francesi, grazie a una partnership con Gifruits (Gruppo interprofessionale per la frutta tunisina). Le date non sono state ancora annunciate.

Per maggiori informazioni:
Mourad Ben Salem
Med’Essor
Rue de Carpentras CP90295
94592 Rungis Cedex - Francia
Tel.: +33 01 41 80 64 60
Cell.: +33 6 73 35 37 41
medessor@yahoo.fr