Secondo i dati diffusi dalla Iata, il quarto trimestre del 2023 ha segnato un'importante ripresa per il mercato globale del trasporto aereo merci, mostrando una prestazione particolarmente robusta, che ha quasi raggiunto i livelli del 2022 e del 2019. La domanda globale dell'intero 2023, misurata in tonnellate-chilometro, resta inferiore all'anno precedente, ma di poco: -1,9% (-2,2% per le operazioni internazionali). La differenza rispetto al 2019 è di -3,6% (-3,8% per le operazioni internazionali). La capacità è invece aumentata dell'11,3% rispetto al 2022 (+9,6% per le operazioni internazionali) e del 2,9% rispetto al 2019.

Il 2023 si è chiuso con un buon risultato: a dicembre la domanda ha superato del 10,8% quella dello stesso mese dell'anno precedente (+11,5% per le operazioni internazionali), il dato migliore di questo mese negli ultimi due anni. La capacità globale è stata superiore del 13,6% (+14,1% per le operazioni internazionali). La Iata rileva tra i principali fattori macroeconomici l'aumento del commercio transfrontaliero globale per il terzo mese consecutivo in ottobre, l'inflazione di dicembre negli Stati Uniti e nell'UE scesa sotto il 3,5% su base annua e la deflazione in Cina per il terzo mese consecutivo, segnale di un possibile rallentamento economico.

Clicca qui per leggere di più.

Fonte: Trasporto Europa