Secondo Mehmet Çakmak, responsabile vendite e marketing dell'azienda turca Ani Tarim, le mele Gala sono già esaurite, dato che la domanda per questa varietà è stata molto elevata.

"La nostra stagione delle mele è iniziata ad agosto con la varietà Gala. A causa dell'elevata domanda, abbiamo già esaurito questa varietà nelle nostre scorte. Attualmente offriamo e carichiamo le varietà Red Delicious, Golden Delicious e Granny Smith per i mercati nazionali e internazionali. La principale destinazione di esportazione delle nostre mele è l'India. A differenza della stessa settimana dell'anno scorso, in questa stagione vediamo una domanda debole da parte di questo mercato. A nostro avviso, le ragioni principali sono due. Nonostante il raccolto inferiore del 2023, le mele locali indiane sono ancora disponibili in quantità elevate. C'è stato anche un aumento dei fornitori europei e statunitensi, per cui molte mele sono arrivate in India in ottobre e novembre".

L'azienda Ani Tarim non si è lasciata scoraggiare dalla presenza di una maggiore concorrenza sul mercato indiano. Çakmak si aspetta che le richieste di mele turche aumentino nel nuovo anno. "Non si tratta di una situazione inaspettata per noi, dato che i nostri acquirenti ci hanno già informato della possibilità di una maggiore concorrenza sul mercato in questa stagione. I consumatori indiani amano mangiare la varietà Red Delicious e la Turchia è il maggior produttore di questa varietà tra i suoi concorrenti e può offrirla in alta qualità fino a giugno-luglio. Pertanto, riteniamo che l'aumento della domanda di mele turche possa iniziare dopo il nuovo anno".

Nel complesso, la produzione di mele è stata solo leggermente inferiore tra i produttori turchi. Spiega Çakmak: "La Turchia ha prodotto circa 4,8 milioni di tonnellate di mele fresche nel 2022 e si prevede che la produzione si attesterà intorno ai 4,7 milioni di tonnellate nella stagione 2023. L'anno scorso, con un aumento del 7,3% rispetto al 2021, i fornitori turchi hanno caricato 380.492 tonnellate del raccolto totale per esportarle in 69 paesi diversi, generando un valore di 166.488 milioni di dollari. L'India è diventata il maggior consumatore di mele turche, importando 100.496 tonnellate, la Russia 80.981 tonnellate e l'Iraq 51.823 tonnellate nel 2022".

"I fornitori turchi sono consapevoli che, oltre a ridurre i costi di produzione e a condurre attività di marketing più efficaci, nei prossimi anni dovremo necessariamente diversificare i nostri mercati e le nostre varietà, per essere più competitivi nel mercato internazionale delle mele. Questo è stato uno dei temi principali discussi nel secondo National Apple Workshop, un evento organizzato su scala nazionale dal Ministero dell'Agricoltura e delle Foreste il 21-22 novembre a Eğirdir/Isparta. Dopo la prima versione del 2012, il workshop ha riunito tutte le parti interessate, compresi gli esportatori, i coltivatori e le istituzioni, e ha fornito valutazioni sofisticate sulla situazione attuale del settore della mela turco e nel quadro del Piano d'azione del workshop ha fissato nuovi obiettivi per il futuro per tutti gli interessati", conclude Çakmak.

Per maggiori informazioni:
Mehmet Çakmak
Anı Tarım San.Tic.Ltd.Şti.
+90 539 850 30 32
marketing@anitarim.com.tr
www.anitarim.com.tr