Nel 2015 Laurent Coulot (CEO), Mathieu Ackermann (CTO) e Florian Gerlich (Product Architect) hanno unito le forze per fondare Insolight, una società con sede a Losanna, in Svizzera. Negli ultimi quattro anni Insolight ha lavorato a stretto contatto con coltivatori e centri agronomici in tutta Europa, concentrandosi sullo sviluppo di soluzioni agrivoltaiche che fungono efficacemente da strumento agronomico per i coltivatori e rispondono alle esigenze della comunità agricola.

Insolight ha istituito un programma di partnership globale che cerca di coinvolgere le aziende lungo tutta la catena del valore. Nel 2021 il Gruppo Migros ha aderito a questo programma e da due anni commercializza nei suoi supermercati frutti energeticamente positivi coltivati con impianti agrivoltaici Insolight.

Questo strumento agrivoltaico ridefinisce le pratiche agricole tradizionali, sostituendo i tunnel di plastica, i film e le reti con un innovativo sistema di protezione delle colture che non solo consente di continuare l'attività agricola, ma genera anche un reddito sotto forma di affitto annuale grazie alla produzione di elettricità. In alcuni casi i coltivatori possono anche beneficiare di una riduzione delle bollette elettriche.

Una delle caratteristiche del sistema Insolagrin è la possibilità di integrare opzioni agronomiche. Ad esempio, è possibile integrare uno schermo ombreggiante dinamico che consente un controllo preciso del microclima sotto l'impianto. Questo schermo ombreggiante è pilotato da un algoritmo di gestione del microclima, sviluppato dal team Insolight, che è fatto su misura per ottimizzare le condizioni di crescita delle colture in base alle esigenze specifiche delle piante. Inoltre, i sensori di umidità, temperatura e irraggiamento forniscono dati in tempo reale sulle condizioni di crescita delle colture, consentendo ai coltivatori di monitorare e regolare l'ambiente in base alle esigenze.

I risultati agronomici della stagione di coltivazione 2023 confermano l'impatto delle installazioni Insolagrin. Durante i mesi estivi più caldi, luglio e agosto, il sistema è riuscito a mantenere un microclima più fresco di 2-3 gradi rispetto ai tunnel di plastica tradizionali. Inoltre, la produzione di bacche sotto i pannelli agrivoltaici ha dimostrato un'impressionante riduzione fino al 50% del consumo di acqua, un vantaggio importante per i coltivatori.

Nel 2023 Insolight ha realizzato cinque progetti agrovoltaici commerciali, per una superficie di 3 ettari, in diverse località della Svizzera e della Francia. Questi progetti sono stati realizzati con strutture diverse per adattarsi alle diverse colture, contribuendo ad ampliare l'offerta dai piccoli frutti ad altre specialità come alberi da frutto, uva, ortaggi e piante ornamentali. Un progetto degno di nota, che si estende su 1,6 ettari, è stato sviluppato in collaborazione con Lubera e EW Buchs, dove Insolight ha progettato moduli fotovoltaici traslucidi per una perfetta integrazione all'interno di una serra innovativa in vetro.

Unisciti a noi per dare forma a un'agricoltura resiliente al clima nell'ambito del "PNRR"
Per il 2024 la Commissione europea ha appena approvato uno stanziamento di 1,7 miliardi di euro per l'agricoltura fotovoltaica, nell'ambito del programma "PNRR". Il sistema Insolight, che rientra nella categoria "agrivoltaico avanzato", è un'opzione per beneficiare del PNRR. Per essere ammissibili le autorizzazioni per i progetti devono essere depositate molto rapidamente, prima di febbraio 2024.

Per maggiori informazioni:
Insolight
info@insolight.ch