Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto

State utilizzando un software che blocca le nostre pubblicità (cosiddetto adblocker).

Dato che forniamo le notizie gratuitamente, contiamo sui ricavi dei nostri banner. Vi preghiamo quindi di disabilitare il vostro software di disabilitazione dei banner e di ricaricare la pagina per continuare a utilizzare questo sito.
Grazie!

Clicca qui per una guida alla disattivazione del tuo sistema software che blocca le inserzioni pubblicitarie.

Sign up for our daily Newsletter and stay up to date with all the latest news!

Registrazione I am already a subscriber
L'azienda Bernardi punta sul Residuo Zero

Produzione di meloni in ritardo di 10 giorni

Il meteo ha posticipato la raccolta di una decina di giorni, in Romagna: l'azienda Bernardi si prepara all'inizio della campagna puntando sul melone a Residuo Zero. "Abbiamo in coltivazione 50 ettari - esordisce il contitolare Christopher Bernardi - e la raccolta, che inizierà fra pochi giorni, andrà avanti poi fino alla fine di settembre grazie ai trapianti sfalsati e all'uso di pacciamature".

Francesco Fabbri, agronomo dell'azienda

La produzione prevede la raccolta del retato e del liscio fino al 15 settembre e del gialletto fino alla fine di settembre. "Il clou della produzione - precisa l'agronomo aziendale Francesco Fabbri - lo avremo circa dal 20 luglio a metà agosto. Nonostante le condizioni meteo di maggio, siamo riusciti a contenere ogni malattia e rimanere dentro i parametri del Residuo zero. Ora, da ormai un mese, il clima ci ha assecondati e la qualità dei frutti si presenta ottimale".

Bernardi punta molto sul melone, per il quale ha incrementato anche le vendite verso l'estero: le prenotazioni indicano già una quota superiore al 50% di prodotto destinato oltre frontiera. Alla luce di ciò, quest'anno ha piantato circa il 40% in più di superficie rispetto al 2022.

Stefano e Christopher Bernardi

"Quest'anno inoltre - continua Fabbri - abbiamo approcciato anche l'utilizzo degli insetti utili, sempre nell'ottica di rafforzare il nostro Residuo zero. Si sta trattando di una sperimentazione, ma i risultati sono molto incoraggianti".

Rispetto all'estero, "Germania, Austria e paesi del centro-nord Europa sono mercati in continua crescita per noi, con un grande scatto in avanti proprio nell'ultimo anno. Dall'estero valorizzano molto le certificazioni e noi abbiamo tutti i processi sotto controllo. Anche grazie al fatto che produciamo in proprio grandi quantità di quanto vendiamo, nella nostra azienda di proprietà estesa su oltre cento ettari", conclude Bernardi.

Per maggiori informazioni
Bernardi srl
Via San Martino
in Riparotta 5T
47922 Rimini
+39 0541 740436
s.bernardi@ortofruttabernardi.it
www.ortofruttabernardi.it