Anton Potgieter – The Logistics Group, Paulo Franco – FPT, Sean Gent – Matola Cargo Terminal

Il magazzino refrigerato al porto di Maputo aprirà nuove strade alle esportazioni di agrumi sudafricani nel 2023

Al Matola Cargo Terminal in Mozambico, The Logistics Group e FPT hanno avviato la costruzione del Maputo Cold Store e di un hub di adattamento della frutta.

Si prevede che sarà pronto in tempo per la stagione agrumicola del prossimo anno. Attualmente la frutta può essere caricata a temperatura ambiente solo dal porto di Maputo.

"Inizialmente, il Matola Cargo Terminal FPT avrà 1.500 posti pallet refrigerati (trattamento non a freddo) dalla fine di aprile 2023", afferma Anton Potgieter, amministratore delegato di The Logistics Group. "Se i requisiti e l'interesse del settore cresceranno, investiremo ulteriormente portando l'impianto a 4.500 pallet".

The Logistics Group investirà 120 milioni di rand (6,68 milioni di euro) per ricostruire il Matola Cargo Terminal (MCT), dopo un devastante incendio scoppiato a febbraio di quest'anno.

"Nessun rischio di uscire dal protocollo"
“La ricostruzione è in linea con la strategia di The Logistics Group di espandere la nostra attuale offerta di servizi per la catena del freddo della FPT Durban in Mozambico, per includere un servizio a Maputo. Il magazzino refrigerato consentirà agli esportatori di inviare tutti i volumi e pallet misti, poiché la frutta potrà essere conservata in condizioni di raffreddamento, senza il rischio di uscire dal protocollo a temperatura ambiente. Ciò consentirà agli esportatori di organizzare più facilmente l'imballaggio e la spedizione dei pallet fuori dall'impianto di confezionamento".

Presso il MCT verranno installate delle banchine di carico, in modo che i container possano essere imballati e impilati prima dell’apertura delle navi, consentendo una maggiore rapidità di movimentazione.

I magazzini ricostruiti del Matola Cargo Terminal saranno simili (ma non identici) ai precedenti (nella foto sopra), distrutti da un incendio all'inizio di quest'anno (foto fornita da MCT)

FPT amplia il suo servizio di catena del freddo in Mozambico
Per facilitare le esportazioni di prodotti ortofrutticoli sudafricani attraverso il Matola Cargo Terminal, la FPT (che gestisce terminal portuali privati nei porti di Durban, Città del Capo e Port Elizabeth) potrebbe essere l'unico punto di contatto dell'esportatore.

“In questo modo, i clienti non devono avere a che fare con vari enti e punti di ingresso. Non devono richiedere due sistemi di credito, perché tutto sarà fatturato dalla FPT in Sudafrica", afferma Paulo Franco, direttore generale della FPT.

"FPT collaborerà con tutti gli esportatori e utilizzerà le nostre relazioni consolidate e il sistema di gestione del magazzino, per consentire un facile flusso di merci, coordinare i flussi dei camion, allocazioni di capacità, ricevere le specifiche dei carichi, e così via".

Possibile sviluppo futuro di tunnel per il trattamento a freddo
Esiste la capacità in futuro per lo sviluppo di tunnel per il trattamento a freddo ma, osserva Anton, ciò dipenderà dagli impegni dei clienti e dalle allocazioni dei volumi, nonché dai protocolli approvati, perché rappresenta un investimento aggiuntivo sostanziale.

"Questo investimento da parte della The Logistics Group consoliderà ulteriormente la nostra posizione di fornitore leader di servizi logistici nel corridoio di Maputo per le materie prime fresche e minerarie", afferma.

Per maggiori informazioni:
Anton Potgieter
The Logistics Group
Email: anton.potgieter@tlg.co.za
www.tlg.co.za

Paulo Franco
FPT
Email: paulo_franco@fpt.co.za
https://fpt.co.za/

Sean Gent
Matola Cargo Terminal
Email: sean_gent@mct.co.mz
http://www.mct.co.mz/


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto