Collaborazione fra Artes Politecnica e GoldenBrown

Avocado: protezione dal vento in Puglia, scommessa vinta

L’azienda GoldenBrown nasce nel cuore della Puglia (in Salento) nel 2019, su una superficie di 11 ettari. Di questi, 7 sono coltivati ad avocado biologico, con piante certificate provenienti dalla Sicilia. È una delle prime realtà pugliesi ad essersi lanciata nella coltivazione degli avocado, prediligendo le varietà Hass, Bacon e Zutano, gestite in modo artigianale e sostenibile.

Il Salento è caratterizzato da venti costanti, che 4-5 volte l’anno raggiungono picchi sopra ai 90 km/h. A febbraio 2021 si sono registrate raffiche di ben 120 km/h.

Consci che l’avocado è una pianta che soffre molto il vento, Daniela e Costantino Tomasi, i proprietari dell’azienda, hanno subito cercato una soluzione per proteggere le piante, che non avevano una crescita uniforme e presentavano foglie danneggiate. Hanno quindi chiesto consiglio ad Artes Politecnica, azienda leader nella produzione di reti in polietilene, che li ha guidati nella scelta di una rete frangivento al 75% da montare a pannelli.

GoldenBrown ha poi adattato il prodotto secondo le proprie esigenze, predisponendo una struttura in acciaio dove posizionare una prima barriera sul perimetro esterno alta 2,50 m e successive barriere interne a circa 40-50 mt tra loro, consistenti in strisce da 100 m x 4,50 m di altezza. Per questo progetto sono stati usati circa 250-300 m di rete frangivento ogni ettaro.

Ad oggi, l’azienda ha messo completamente a riparo 4,50 ettari, e conta di terminare a breve anche le barriere meridionali dei restanti 2,50 ha.

Costantino Tomasi, socio dell’azienda, si mostra molto soddisfatto della soluzione adottata: “Ora gli alberi presentano una crescita omogenea e, sul lato maggiormente esposto al vento prevalente di tramontana, le foglie non sono danneggiate, anzi la vegetazione è rigogliosa. Si è registrata anche una forte riduzione della caduta del frutto. Gli eventi estremi purtroppo sono sempre più frequenti: ad esempio a fine agosto 2022 si è avuto un vento fortissimo che ha colpito la nostra zona, ma la coltivazione non ha subito danni grazie alla presenza delle barriere”.

L’avocado, però, non deve essere completamente isolato dal vento: una leggera brezza è infatti necessaria per favorire l’impollinazione. Grazie alle barriere frangivento, le raffiche di 30-40 km/h che si registrano settimanalmente in primavera vengono ridotte a 7-10 km/h, l’ideale per l’avocado e per aiutare le api nel loro lavoro.

La parola d’ordine dell’azienda è sostenibilità, che si traduce in tutte le scelte fatte fino ad oggi per garantire un prodotto ottimo, biologico e a km zero. In primis la consulenza e l’acquisto di piante certificate biologiche in Sicilia, con la scelta di prediligere un sesto d’impianto più ampio rispetto allo schema 6x2 dell’allevamento intensivo. Questo significa risparmio idrico, miglior maturazione del frutto e miglior gestione dell’impianto stesso. L’azienda ha impostato la propria coltivazione con un sesto 7x7, proteggendo con delle barriere frangivento le piante, che hanno tutto lo spazio per crescere vigorose e produttive.

Un sesto più ampio favorisce anche lo sfalcio dell’erba, un’altra problematica dell’avocado: la pianta ha infatti le radici molto in superficie e c’è costante bisogno di contenere il manto erboso. Negli impianti tradizionali/intensivi si ricorre a uso massivo di diserbanti, mentre nel biologico bisogna continuamente procedere allo sfalcio. Il taglio manuale dell’erba, seppur sia un processo che richiede tempo, si traduce in un miglioramento della superficie del terreno, formando uno strato pacciamante che svolge un’azione ombreggiante, riduce l’eccessivo riscaldamento del terreno e la sua erosione, ricollegandosi al concetto di sostenibilità che l’azienda ha tanto a cuore.

Infine, il sesto d’impianto scelto rende la gestione della piantagione simile a quella di un agrumeto, quindi senza eccessivo apporto idrico, come spesso si pensa. Non dimentichiamo che in Salento ci sono periodi piovosi, principalmente da ottobre ad aprile, dove non serve un’irrigazione continua: l’avocado del Salento proposto dalla GoldenBrown sas è quindi sostenibile, gustoso e 100% italiano.

Per maggiori informazioni:
Artes Politecnica srl 
36015 Schio (VI) 
www.artespolitecnica.it 
info@artespolitecnica.it 

Società Agricola GoldenBrown sas
73010 Soleto (LE) 
www.goldenbrownfruit.com 
goldenbrown@gmail.com 


Data di pubblicazione:
© /



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto