Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Nadir Sahin (Sahin Fruchtimport Karlsruhe) parla della situazione di mercato

"L'incertezza nel settore è come una reazione a catena"

La situazione attuale è piuttosto tesa al mercato all'ingrosso di Karlsruhe. "La crisi Covid-19 era ancora in corso quando è iniziata la guerra in Ucraina e ciò si è notato nel commercio alimentare. Infatti, abbiamo ancora una base di clienti fedeli che acquistano da noi, ma il volume di acquisto per cliente è diventato più limitato e vengono acquistate più frequentemente quantità minori. Questa incertezza nel settore è un po' come una reazione a catena, che attraversa l'intera filiera di fornitura", afferma Nadir Sahin (a destra), acquirente e venditore presso l'omonima azienda a conduzione familiare.

Secondo Sahin, gli effetti della crisi si fanno sentire anche a livello di prodotto. "Le referenze di base vengono ancora vendute, ma gli articoli premium vengono acquistati molto meno spesso. Siamo curiosi di vedere come continuerà la situazione nei prossimi mesi". Il commerciante del mercato all'ingrosso sottolinea anche la crisi energetica. "Per quanto riguarda gli ortaggi in serra, dipendiamo in larga misura dai fornitori in Belgio e nei Paesi Bassi. Il tempo è ancora clemente e non si parla di carenze, ma tra qualche settimana - non appena farà più freddo e le serre saranno riscaldate normalmente - gli effetti si faranno probabilmente sentire".


Melagrane turche

Di conseguenza, secondo Sahin, riappariranno opportunità per altre origini, in particolare la Spagna. "Negli ultimi anni la produzione invernale spagnola è già diventata un po' più importante, anche grazie ai prezzi accessibili. Alla luce dei problemi energetici in Belgio e nei Paesi Bassi, questo sarà un buon anno di vendite per gli spagnoli. Tuttavia, dobbiamo presumere che prima o poi gli spagnoli adegueranno anche i prezzi dei prodotti di serra".

Dall'anno scorso Sahin commercializza il rinomato marchio di agrumi "Der Flieger".

Inizio di stagione incoraggiante per le melagrane turche
Nel frattempo anche la stagione delle melagrane turche è in pieno svolgimento, continua Sahin. "Le prime consegne dalla Turchia sono arrivate al nostro stabilimento a fine settembre e l'inizio della stagione è stato molto incoraggiante. I prezzi all'inizio della stagione sono leggermente più bassi rispetto all'anno scorso, con una situazione di offerta piuttosto abbondante".

Inoltre, Sahin ha affermato che la melagrana turca, leggermente aspra, ha una posizione di monopolio sul mercato. "Le melagrane spagnole sono molto più dolci e quindi non sono in concorrenza diretta con quelle turche. Ciò è tanto più vantaggioso per la Turchia, in quanto negli ultimi anni la concorrenza per le melagrane tradizionali è diventata più agguerrita. L'Italia sta recuperando molto in termini di volume, e lo stesso vale per i paesi del Nord Africa come Tunisia ed Egitto".

Per maggiori informazioni:
Nadir Sahin
Sahin Fruchtimport GmbH
Weinweg 43 (Großmarkt)
76137 Karlsruhe - Germania
Tel: +49 0721 961850
Fax: +49 0721 9618599
info@sahingmbh.de      
www.sahingmbh.de


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto