Per la prima volta, la Thailandia ha autorizzato un magazzino spagnolo di ciliegie ad effettuare trattamenti a freddo all'origine

La Spagna ottiene l'accesso al mercato thailandese per uva da tavola e pere

Il governo della Thailandia ha comunicato al Ministero spagnolo dell'agricoltura, pesca e alimentazione dell'apertura del suo mercato all'uva da tavola e alle pere dalla Spagna a seguito di un'intensa collaborazione tra i governi di entrambi i Paesi.

Nel 2010, la Thailandia chiuse unilateralmente il suo mercato alla frutta spagnola, per motivi fitosanitari. I negoziati sono ripresi solo nel 2017 e il processo si è finalmente concluso. Durante la trattativa, l'amministrazione spagnola ha fornito numerose informazioni tecniche che confermano la sicurezza fitosanitaria delle produzioni spagnole.

Nell'ambito di questo processo, nella prima metà di agosto, le autorità del Dipartimento dell'agricoltura della Thailandia hanno condotto una visita di audit che ha avuto un esito positivo e ha portato alla proposta di nuovi protocolli d’importazione per questi due frutti.

Le autorità thailandesi hanno comunicato che ora presenteranno la proposta al Plant Quarantine Committee per l'elaborazione e la pubblicazione ufficiale, e confermeranno al più presto la data esatta della sua entrata in vigore. Si prevede che i mercati verranno riaperti all'esportazione la prossima stagione.

"Non si prevede che il mercato thailandese assorbirà grandi volumi, ma accedervi aiuterà a prevenire un'eccessiva concentrazione dell'offerta sui mercati europei, e sarà un’opportunità per un'ulteriore crescita delle nostre esportazioni. Uno dei nostri obiettivi è garantire che il 30% dell'uva da tavola esportata dalla Spagna vada verso mercati al di fuori dell'Ue, escluso il Regno Unito", ha affermato Joaquín Gómez, presidente dell'Associazione dei produttori ed esportatori di frutta, uva da tavola e altri prodotti agricoli, APOEXPA, che rappresenta la maggior parte della produzione spagnola di uva da tavola.

In Thailandia, l'uva da tavola spagnola è in concorrenza con la produzione statunitense. "Le uve statunitensi sono molto simili alle nostre, anche se saremo più competitivi in termini di prezzo".

Inoltre, le autorità thailandesi hanno deciso, per la prima volta, di autorizzare un magazzino di ciliegie in Spagna ad effettuare i trattamenti a freddo all'origine, il che faciliterà l'esportazione del frutto. Durante la loro visita in Spagna dello scorso agosto, i tecnici thailandesi hanno riferito che la Spagna sarebbe, dopo l'Australia, il secondo Paese al mondo ad essere autorizzato a effettuare all’origine il trattamento a freddo del frutto.

L'impianto potrà effettuare i trattamenti principalmente sulle ciliegie, ma anche su qualsiasi altro frutto autorizzato. Ciò significa molte opportunità commerciali per il settore, poiché aumenta le possibilità di poter aviotrasportare frutta fresca di alta qualità, dopo il trattamento a freddo all'origine, anziché in transito.

Mercato dell'uva da tavola e delle pere
Nel novembre 2018, il Ministero ha ottenuto l’accesso ai mercati cinese e vietnamita per l'uva da tavola spagnola, quindi la riapertura del mercato thailandese rappresenta un ulteriore consolidamento delle esportazioni nella regione e il reciproco rafforzamento di questi mercati.

La Spagna è il nono produttore di pere al mondo e il quarto più grande dell'Unione europea. Le condizioni di stoccaggio consentono la commercializzazione del frutto per tutto l'anno.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto