Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Si rischia di interrompe la fornitura di frutta e verdura

Allarme dei grossisti: "Così si chiude"

Bollette stratosferiche: interviene Salvatore Musso del consiglio direttivo dell' A.G.O.-Associazione Grossisti Ortomercato Milano. "All'Ortomercato di Milano, così come in tutti i centri all'ingrosso agroalimentari in Italia, passare da 20mila euro al mese a 100mila vuol dire costringere alla chiusura. È impensabile che un'azienda, per quanto solida e ben strutturata, possa continuare la sua attività con costi di energia di oltre 1milione di euro all'anno. Ma è proprio quanto sta avvenendo, senza che i nostri governanti facciano qualcosa".

E continua: "Solo una gestione scellerata dei nostri politici poteva portare a tanto, e la cosa più grave è che i nostri politici ne parlano continuamente tutti i giorni e intanto continuano ad arrivarci ogni mese bollette allucinanti, quintuplicate. Per ogni azienda che chiude sono decine, se non centinaia, di famiglie senza reddito". 

La cosa più assurda è che le aziende del settore, che necessitano costantemente di energia per alimentare i magazzini frigoriferi, sia per la conservazione sia per garantire la continuità della catena del freddo alla frutta e verdura, prodotti altamente deperibili, non sono riconosciute tra le aziende energivore, venendo di conseguenza escluse da eventuali aiuti statali. 

"Lanciamo un appello - conclude Musso - a tutti i politici di qualunque schieramento che in qualche modo possano sollevare la questione nelle sedi preposte, affinché si eviti che centinaia di aziende in tutta Italia che operano nel settore ortofrutticolo siano costrette a chiudere, con migliaia di famiglie lasciate senza lavoro". 


Data di pubblicazione:
© /



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto