Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Alheit du Toit – SkyVines

Spalancare le porte alle esportazioni

Districarsi in un mare di requisiti di audit può essere un esercizio scoraggiante e oneroso, ma può essere più semplice grazie alla società di consulenza SkyVines che aiuta i produttori di cibo, gli impianti di confezionamento e molti altri operatori nel processo di auditing. La SkyVines ha un’esperienza di almeno 40 diversi processi di audit, insieme a una conoscenza approfondita della legislazione sudafricana.

Gran parte del lavoro della SkyVines si svolge nel settore frutticolo sudafricano, ma supporta anche gli agricoltori di rooibos, olive e bucco a ottenere l'accreditamento per l'esportazione, oltre ad aver fornito i suoi servizi ai frutteti e ai campi di palma da olio del Gabon, nell'Africa occidentale.

A destra: Alheit du Toit in Gabon, dove SkyVines ha effettuato delle visite in materia di salute e sicurezza (frutteti e fabbriche di palma da olio) e sicurezza stradale

Come i tipi di audit, l'azienda è divisa in tre sezioni: sicurezza alimentare, di cui è responsabile Juanè Jooste, salute e sicurezza gestita da Henk Jooste e la sezione dedicata al monitoraggio ambientale, diretta da Alheit du Toit, entomologo di formazione.

"Non credo che il consumatore sappia sempre cosa deve affrontare l'agricoltore", osserva Alheit.

Alcuni dei loro clienti ricevono otto o nove audit all'anno, che richiedono una grande quantità di documentazione. Soprattutto per i coltivatori più piccoli, può essere scoraggiante prepararsi a un audit.

"Al momento, la maggiore richiesta di audit ambientali arriva da SIZA Environmental, Rainforest Alliance, Rainforest Alliance Union of Ethical Bio Trade (RA UEBT) e SPRING (Sustainable Program for Irrigation and Groundwater Use)".

Ottenere il meglio da un’azienda
SkyVines aiuta i produttori a conformarsi agli standard di audit, mettendo in atto sistemi di gestione basati sulle migliori pratiche.

"Consigliamo loro di non moltiplicare gli sforzi, e di tornare alle basi. Molti audit richiedono di visionare il programma di gestione dell'acqua, quindi non devono elaborare programmi di gestione dell'acqua per ogni audit, ma creane uno che si basi sugli standard più rigorosi e sulla legislazione sudafricana", consiglia Alheit.

"Insegniamo loro a ottenere il meglio dalla loro azienda: gli audit aprono le porte del mondo. Ma dovranno continuare quando noi saremo andati via. Qualcuno potrebbe entrare in ufficio e dire: c'è stato un problema di frode alimentare, quali sono le vostre procedure di rischio per questo?".

I consulenti SkyVines effettuano visite mensili per aiutare a mantenere il sistema durante tutto l'anno.

Molti audit richiedono programmi di gestione dell'acqua.

L'azienda è stata incaricata dalle associazioni di coltivatori, come la Citrus Growers Association e Hortgro, per aiutare gli agricoltori emergenti a ottenere l'accreditamento per le esportazioni.

SkyVines ha aiutato i produttori di rooibos, bucco, olive, limoni e uva da vino a ottenere la certificazione biologica.

Una novità per l'azienda è la recente richiesta di supporto da parte di un'azienda ittica di tilapia a ottenere la certificazione biologica, ma non sono sicura se sarà possibile.

Temi caldi per il futuro
La biodiversità nei frutteti sudafricani è a livelli bassi", osserva Alheit, "ma mi aspetto che cambi. È diventato un tema caldo e gli acquirenti di retailer come Marks & Spencer, Albert Heijn, Aldi, Tescos iniziano a chiedere informazioni sulle pratiche ambientali nelle aziende. Un agricoltore dovrebbe sapere se sono presenti specie in via di estinzione nel suo sito di coltivazione o se c'è una zona umida che non può essere danneggiata".

Alheit ha condotto ricerche insieme all'Università di Leeds sulle colture al coperto e sulla biodiversità entomologica nei frutteti sudafricani, esaminando, ad esempio, le specie di api autoctone e la loro funzione nella produzione frutticola.

Alheit osserva che le api e gli impollinatori non ricevono ancora la giusta l'attenzione, ma alcuni produttori di frutta, come i coltivatori di mirtilli, effettuano i trattamenti di notte per ridurre i rischi per gli impollinatori.

Un alveare tra i frutteti di avocado nella provincia di Limpopo

"Penso che il ruolo delle api nel mondo sia ancora sottovalutato", dice Alheit. Tra i servizi ad hoc offerti da SkyVines c'è il monitoraggio delle rimozioni di specie vegetali aliene, che spesso include l'eucalipto che, al contrario, è l'unica fonte più sicura di foraggio delle api, per tutto l'anno, in Sudafrica.

Il calcolo del carbonio di un'azienda agricola diventerà una prassi comune
La rete elettrica del Sudafrica è attualmente molto instabile, il che può distogliere dagli obiettivi di efficienza energetica di una azienda.

I generatori diesel fanno funzionare molti impianti di confezionamento, durante le frequenti interruzioni di corrente, spesso pianificate (una pratica di riduzione del carico chiamata load shedding).

A destra: formazione su salute e sicurezza in un agrumeto

SkyVines aiuta i produttori a predisporre i dati per monitorare e misurare l'impronta di carbonio dell’azienda, attraverso un calcolatore di emissioni di CO2.

"La carbon tax avrà un'influenza diretta sui produttori in quanto saranno tassati sulla loro impronta di carbonio, e la cosa più importante sarebbe quindi iniziare a misurare le emissioni di carbonio attraverso i vari strumenti".

Il miglior calcolatore dell'impronta di carbonio secondo Elheit è il Confronting Climate Change (lo strumento CCC), il calcolatore sviluppato da Blue North Sustainability. Ci sono altri calcolatori gratuiti disponibili, ma è necessario studiarli prima di selezionarne uno.

"Una volta che i produttori iniziano ad acquisire le informazioni corrette per completare lo strumento CCC, possono iniziare a considerare gli investimenti in compensazioni della tassa sul carbonio, che possono essere più economiche rispetto al pagamento di una tassa sul carbonio. In qualità di produttore o esportatore, puoi ridurre ulteriormente la tassa sul carbonio della tua azienda, investendo in compensazioni del carbonio attraverso i nostri progetti sudafricani ammissibili".

SkyVines tiene corsi di formazione in azienda, come quella annuale sull'evacuazione di emergenza che include tecniche di estinzione degli incendi.

La gestione dei rifiuti diventa obbligatoria
Un altro aspetto trascurato è quello della gestione dei rifiuti. "Invece è diventato un altro grande tema da affrontare in un'azienda agricola e in un impianto di confezionamento. Il nostro supporto consiste nell’aiutare le aziende a preparare piani di gestione a lungo termine".

"L'anno scorso, il Sudafrica ha adottato la disposizione legislativa sulla responsabilità estesa del produttore (Extended Producer Responsibility, EPR) che richiede ai fornitori di imballaggi di pagare una tassa obbligatoria per il recupero e il riciclo degli imballaggi. L'ERP punta a ridurre l'impatto ambientale complessivo di un prodotto e del suo imballaggio", spiega Alheit.

"Credo che la responsabilità estesa del produttore spingerà gli impianti di confezionamento e gli esportatori a valutare più opzioni di gestione dei loro rifiuti. La revisione dei sistemi di gestione dei rifiuti esistenti potrebbe potenzialmente aumentare il riciclo e/o ridurre l'utilizzo degli imballaggi".

L'inserimento dei lavoratori nelle aziende e negli impianti di confezionamento fa parte degli audit del British Retail Consortium, per i quali SkyVines fornisce assistenza.

Per maggiori informazioni:
Alheit du Toit
SkyVines
Tel.: +27 82 410 4389
Email: quality2@skyvines.co.za
Web: skyvines.co.za


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto