Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Per una maggiore biodiversità nella produzione ortofrutticola convenzionale

Lidl e GlobalGAP introducono la prima certificazione di settore

Lidl e GlobalGAP, insieme ai loro partner, hanno prodotto una certificazione per la tutela della biodiversità nella produzione convenzionale di frutta e verdura in Europa.

In qualità di coordinatore, la FiBL Spin-off Sustainable Food Systems GmbH (SFS) è stata affiancata da World Wide Fund for Nature, Bioland, Fondazione Lago di Costanza e Università di Nürtingen-Geislingen, come partner scientifici. Diverse agenzie e produttori agricoli sono stati coinvolti nello sviluppo e nella sperimentazione in Germania, Italia, Polonia e Spagna, al fine di considerare tutte le eventuali limitazioni.

Questo nuovo modulo "BioDiversity" è stato sviluppato a livello dello standard GlobalGAP ed è destinato a tutti gli operatori del mercato, dai produttori ai retailer. Lidl sarà il primo rivenditore di prodotti alimentari in Europa a lavorare con questa certificazione. Lo standard "BioDiversity" sarà inizialmente applicato a più di 250 produttori di diversi Paesi europei. Successivamente, Lidl estenderà la sua applicazione a tutti i suoi produttori partner europei di frutta e verdura.

"Questa prima certificazione sulla biodiversità nella produzione convenzionale europea di frutta e verdura mostra l'importanza e la forza della cooperazione. Grazie a questa certificazione è ora possibile stabilire i requisiti base della biodiversità per l'intero settore. L'ambizione di Lidl è guidare il cambiamento in tutto il settore su una delle tematiche più importanti: la conservazione della biodiversità", spiega Michel Biero, direttore esecutivo agli acquisti di Lidl France.

Secondo Marion Hammerl, presidente del World Wide Fund for Nature, "è scientificamente provato che, dopo il cambiamento climatico, la perdita di biodiversità è la più grande sfida per il nostro pianeta e per l'agricoltura. La creazione di questo standard aiuterà a preservare la biodiversità fissando una scadenza, tra le altre cose, per la conversione degli ecosistemi naturali in terreni agricoli, richiedendo un piano di gestione della biodiversità e stabilendo criteri più efficienti per la conservazione del suolo e la gestione integrata dei parassiti. Riconoscere l'interazione tra un'azienda agricola e il suo ambiente è un primo passo importante per sviluppare un approccio paesaggistico globale, necessario per fermare la perdita di biodiversità".

La protezione della biodiversità è una delle maggiori sfide del settore agroalimentare. Ecco perché "Preserving Biodiversity" è uno dei 6 temi strategici del programma di CSR (responsabilità sociale d'impresa) di Lidl.

Lo sviluppo congiunto del modulo GlobalGAP si inserisce nell'attuale strategia di Lidl per promuovere la protezione e l'uso sostenibile della biodiversità. Il primo passo è identificare le materie prime la cui coltivazione è associata a rischi particolarmente elevati per la biodiversità. Quest'anno, Lidl France sta implementando 3 roadmap per il potenziamento di 6 settori "ad alta priorità" (banana, patata e frutta esotica tra cui ananas, avocado, pompelmo rosa e mango). Queste roadmap definiscono un piano per migliorare gli aspetti ambientali e sociali specifici di questi settori, in particolare per quanto riguarda la conservazione della biodiversità.

Per maggiori informazioni:
Lidl 
lidl.fr


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto