Spagna: i terminalisti portuali lanciano l'allarme per l'aumento del costo dell'energia

ANESCO, l'associazione dei terminalisti portuali spagnoli, ha lanciato un allarme per l'esorbitante aumento dei costi energetici registrato dalle imprese associate, spese - ha sottolineato l'organizzazione - che stanno notevolmente accrescendo i costi di gestione delle aziende.

L'associazione ha specificato che si tratta, in particolare, di aumenti del costo dell'energia elettrica che in alcuni casi arrivano al +800% e di un rincaro del prezzo del gasolio compreso tra il 100% e il 150% su base annua. ANESCO ha specificato inoltre che l'aumento può risultare disomogeneo tra i diversi terminal portuali a seconda della principale fonte energetica utilizzata per le attività, con i container terminal semiautomatizzati che fanno affidamento essenzialmente sull'energia elettrica e i terminal convenzionali che come carburante utilizzano primariamente il gasolio.

ANESCO ha sottolineato che l'impatto del prezzo dell'energia grava sul futuro del settore e riduce sensibilmente la competitività delle imprese portuali e dei porti.

Fonte: Informare


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto