Turchia: i prezzi crollano del 50% a causa dello stop all'export di ortofrutta dovuto alla crisi ucraina

I prezzi della frutta e della verdura fresca della Turchia sono scesi del 50% sul mercato interno, poiché le spedizioni verso la Russia e l'Ucraina, che sono tra i principali mercati di esportazione della Turchia, si sono fermate a causa della guerra. Dal 24 febbraio 2022, i camion per l'esportazione erano in attesa sulle strade per motivi di sicurezza e molti prodotti, soprattutto pomodori, peperoni, melanzane e zucchine, sono rimasti invenduti. Pertanto, i produttori hanno offerto le loro merci sul mercato interno, e l'eccesso di offerta si è riflesso nei prezzi, che sono scesi.

Le quotazioni di prodotti come pomodori e zucchine, che sono tra le principali esportazioni di verdura fresca della Turchia, si sono dimezzate dopo l'invasione della Russia in Ucraina. I cetrioli e le melanzane, due prodotti con il più alto aumento di prezzo nelle ultime settimane, hanno assistito ora a un crollo di oltre il 50%.

Fonte: dailysabah.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto