Guerra in Ucraina: 600 container fermi a Gioia Tauro

Fonti interne al terminal container Mct del porto di Gioia Tauro riportate dalla stampa calabrese affermano che nelle banchine dello scalo sono fermi circa seicento container che avrebbero dovuto essere imbarcati per l'Ucraina, i cui porti sono chiusi a causa dell'invasione russa. Le fonti non lo chiariscono, ma probabilmente questi contenitori avrebbero dovuto essere imbarcati sulla portacontainer Msc Shirley, che opera sulla rotta per il porto ucraino di Chornomorsk, che si affaccia sul Mar Nero a breve distanza da Odessa.

La nave è arrivata nello scalo calabrese la notte tra il 24 e 25 febbraio, proveniente dal porto turco di Asyaport e attualmente risulta ormeggiata (secondo le rilevazioni di Vasselfinder). Prima della guerra il porto di Gioia Tauro aveva un collegamento settimanale con gli scali ucraini.

In una nota diffusa il 24 febbraio 2022, Msc ha comunicato ai clienti di avere cessato non solo i servizi da e per l'Ucraina, ma anche le prenotazioni. La portacontainer Msc Jessenia R che stava navigando verso Odessa è stata deviata e attualmente risulta ormeggiata nel porto rumeno di Costanza, dove è arrivata nel tardo pomeriggio del 24 febbraio proveniente da Asyaport. Msc aggiunge che sta attuando cambiamenti operativi per usare gli altri porti del Mar nero e proprio Costanza potrebbe essere uno di questi.

Clicca qui per leggere di più.

Fonte: Trasporto Europa


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto