Sequestrato prodotto non certificato e spacciato come Arancia di Ribera DOP

Nell'ambito dei controlli svolti dall'Ispettorato Centrale della Tutela e della Qualità e Repressioni Frodi dei prodotti Agroalimentari della Sicilia (ICQRF) e dal Consorzio di tutela Arancia di Ribera DOP, presso supermercati della GDO-Grande Distribuzione Organizzata presenti sul territorio siciliano, è stata accertata la presenza di arance etichettate come "Arancia di Ribera D.O.P.", confezionate da centri non autorizzati.

Giuseppe Pasciuta

L'ispezione dell'azienda in questione, ubicata al di fuori del territorio di produzione, ha permesso di verificare incongruenze sulla provenienza e tracciabilità delle arance, l'assenza delle relative autorizzazioni per la lavorazione della produzione di arancia di Ribera DOP, la destinazione nelle piattaforme della GDO. A seguito di tali mancanze, i funzionari hanno redatto apposito verbale, cui seguirà a norma di legge l'eventuale applicazione delle sanzioni.

In due supermercati, inoltre, le ispezioni hanno accertato la presenza sugli scaffali di merce etichettata come Arancia di Ribera DOP, sempre confezionata in centri non autorizzati, mentre presso il centro distribuzione della GDO, gli agenti dell'ICQRF Sicilia hanno effettuato un sequestro amministrativo dei lotti di arance di Ribera DOP non conformi, per merce confezionata fuori areale di produzione, come previsto dal disciplinare di produzione.

Nei prossimi giorni, inoltre, saranno effettuati ulteriori accertamenti tramite l'organismo di certificazione per la verifica della conformità ed eventuale irrogazione di ulteriori sanzioni amministrative.

L'Arancia di Ribera DOP appartiene a quei prodotti agroalimentari tutelati dalla Denominazione di Origine Protetta, "DOP", marchio di tutela giuridica della denominazione che viene attribuito dall'Unione europea agli alimenti le cui peculiari caratteristiche qualitative dipendono dal territorio in cui sono stati prodotti.

Solamente le arance coltivate e confezionate nel territorio di produzione di Ribera e dei tredici Comuni dell'areale di produzione e da aziende certificate e controllate, possono fregiarsi della denominazione DOP, attenendosi a un preciso e rigido disciplinare di produzione, approvato dal Ministero dell'Agricoltura e dalla CE.

"Abbiamo dato seguito alle segnalazioni pervenute dai consumatori - ha commentato il presidente del Consorzio di Tutela Arancia Di Ribera DOP, Giuseppe Pasciuta - che avevano riscontrato alcune difformità su confezioni di arance, spacciate come prodotti a marchio DOP, in alcuni punti vendita della GDO. Ci siamo immediatamente attivati non solo con i nostri agenti vigilatori ma coinvolgendo anche l'ICQRF, che ha prontamente risposto alla nostra segnalazione e a cui vanno i nostri ringraziamenti".

"L'attività di vigilanza e controllo, tra l'altro, ci permette di informare gli operatori della filiera circa la necessità di operare nel rispetto dei disciplinari di produzione - ha concluso Pasciuta - Il nostro brand, negli anni, ha acquisito un grande prestigio su scala internazionale, conferendo un valore aggiunto ai produttori e garantendo i consumatori. Al fine di dare maggiore garanzia al consumatore finale, infatti, vengono effettuati costantemente controlli interni ed esterni per garantire l'identificazione e la tracciabilità dell'Arancia di Ribera DOP lungo tutta la filiera. Queste azioni a tutela del prodotto non si limitano alla mera protezione di un brand commerciale, ma salvaguardano anche il tessuto socioeconomico di un territorio che vive di agrumicoltura di qualità".

Per maggiori informazioni:
Consorzio di Tutela Arancia 
di Ribera DOP

Via Quasimodo s.n.
92016 Ribera (AG) – Italy
info@aranciadiriberadop.it
www.aranciadiriberadop.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto