Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

"Il sapore di un piatto è importante, ma conta anche la sua presentazione"

La domanda di fiori edibili sale alle stelle

Il 2020 è stato un anno terribile per i fiori recisi decorativi e anche per quelli edibili. Ora, tuttavia, gli ordinativi di fiori commestibili sono saliti alle stelle, in vista delle imminenti festività.

Laura Carrera, amministratore delegato della Innoflower, impresa specializzata in fiori commestibili, ha affermato che i ristoranti spagnoli chiedono sempre più questo genere di ingrediente. La domanda è arrivata alle stelle, per questo Natale. Di conseguenza, Innoflower, fondata nel 2016, chiuderà l'anno con un fatturato di 500.000 euro, simile a quello del 2019. "Speriamo di raddoppiare la produzione in un anno, grazie all'apertura di nuove aziende, e crediamo che, nel medio periodo, le vendite potrebbero aumentare di cinque o sei volte", ha affermato Carrera.

Il proprietario di Microgreens, Jose Angel Castillo, ha iniziato a produrre fiori edibili biologici a Nerja (Málaga) nel 2017, perché i ristoranti della zona li richiedevano. Ora vende i suoi prodotti anche nei mercati di Madrid, Cordoba e Jaen. "Il consumo di fiori commestibili in Spagna aumenterà. Non è una moda passeggera, è una tendenza destinata a durare, come già accade in Francia o in Italia", ha affermato Castillo.

Gli ordinativi non hanno smesso di aumentare da novembre, ha affermato Castillo dalle sue serre. "Ora c'è più domanda che offerta".

Alta cucina e Masterchef
Secondo l’amministratore della Garanfruit Agro, Vicente Ripoll, negli ultimi cinque anni i programmi televisivi come Masterchef e l'ascesa dell'alta cucina in Spagna, hanno favorito la conoscenza e l'uso dei fiori edibili nella gastronomia.

"Non è facile trovare fiori commestibili nei supermercati e negli ipermercati, ma è evidente che il loro consumo è in aumento. Il sapore di un piatto è importante, ma anche la sua presentazione lo è. L’aspetto visivo è sempre più centrale", ha affermato Ripoll.

La Garanfruit Agro, che commercializza i suoi prodotti con i marchi Innobrotes e Maycagreens di Algemesí (Valencia), in sei anni è passata da 400 a 4.000 metri quadrati dedicati alla coltivazione di fiori edibili. Nel 2022, l’azienda prevede di aumentare il fatturato dal 10 al 15% rispetto a quest'anno.

Anche il product manager del grossista ortofrutticolo CMR Infinita di Mercamadrid, Jaime Muñoz, è convinto che il business dei fiori commestibili continuerà a crescere, con picchi di vendita a Natale, mentre in estate si sposterà dalle grandi città alle zone costiere.

Anche le celebrazioni di matrimoni o comunioni o la festa di San Valentino favoriscono il rimbalzo della domanda, ha aggiunto Muñoz.

Fonte: efeagro.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto