Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Macfrut, da Dubai il segno della svolta

Macfrut punta al salto di qualità, sfruttando idee nuove per aggirare l'ostacolo Covid. E, per presentare le novità, è stato scelto un palcoscenico di livello mondiale: l'Expo in corso a Dubai. Venerdì mattina, il presidente di Cesena Fiera Renzo Piraccini ha illustrato i tratti salienti della 39esima edizione che si svolgerà dal 4 al 6 maggio 2022 presso i padiglioni di Fiera di Rimini.

"Sarà l'edizione della svolta - ha esordito il presidente - che rinnoverà il panorama fieristico internazionale". Impensabile, nell'era di internet e del Covid, imbastire una fiera come 20 anni fa. E il fatto di non essere la più grande e frequentata rassegna al mondo (la più longeva invece sì) gioca a favore di Macfrut: "Vogliamo differenziarci da qualsiasi altra manifestazione ortofrutticola. Le fiere devono cambiare approccio e noi lo stiamo già facendo. E' chiaro che le enormi manifestazioni, con gente accalcata e padiglioni strapieni, per un po' non sarà più possibile averle".

"Macfrut è stata la prima fiera - ha ribadito il presidente - ad aver realizzato un evento totalmente digitale nel 2020. Ciò ha tracciato una strada, ripresa poi da altri, ma che ci pone in un netto vantaggio, perché abbiamo subito capito che il futuro sarà sempre più verso un'integrazione fra reale e digitale".

Mettere al centro gli affari, vale a dire incontri pre-organizzati fra gli operatori, convegni per aggiornare, fare il punto sulla ricerca e svolgere prove in campo per toccare con mano le novità: questo il tris su cui Macfrut si gioca l'anno della svolta.

L'Anno della Ciliegia
Il mondo ortofrutticolo convergerà sul Simposio internazionale della ciliegia, in svolgimento nei giorni di Macfrut. "Prendiamo tale prodotto - ha sottolineato Piraccini - come riferimento per una nuova frutticoltura basata su protezione degli impianti da grandine, pioggia e insetti: varietà adatte al mercato, più buone da mangiare, durevoli nel post raccolta, con macchinari per la selezione all'avanguardia. E' una frutticoltura moderna che costa, ma che di conseguenza dà reddito perché basata su vendite programmate. E a Macfrut si vedrà e si parlerà di tutto questo".

E se tutto ruota fra l'incontro e gli affari delle aziende espositrici e visitatori, non mancherà la parte dei convegni, che da sempre caratterizza il Macfrut. A questa si affianca quella che Piraccini definisce la parte esperienziale: vale a dire le prove tramite l'allestimento di veri e propri campi per far operare le macchine e le nuove tecnologie. Una sezione già sperimentata negli anni scorsi, e che sarà implementata.

Una sezione speciale sarà quella dedicata alle spezie, peperoncino ed erbe officinali, in collaborazione con Cannamela, Fiera internazionale di Rieti e Fippo.

Per maggiori informazioni

www.macfrut.com 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto