Ortofrutta dei F.lli Scuderi

La forbice dei prezzi della campagna agrumi è determinata dai consumi

L’inizio della campagna agrumaria del Tarocco siciliano inizierà tra qualche settimana, in modo da immettere sui mercati un prodotto ottimale per tenore zuccherino e pigmentazione. Questa stagione, a causa delle abbondanti piogge, ha visto un rallentamento della maturazione e della colorazione dei frutti. Questa la testimonianza di Salvatore Scuderi, titolare dell’azienda a conduzione familiare Ortofrutta dei F.lli Scuderi. 

Salvatore Scuderi amministratore unico, Salvatore Maugeri responsabile lavorazione e vendita e Salvatore Scuderi, responsabile produzione e raccolta

"Il clima avverso in alcune zone produttive della Sicilia ha danneggiato non solo parte del raccolto di agrumi, ma ha reso impraticabili i terreni, rallentando la raccolta delle arance a polpa bionda e dei limoni. Il nostro prodotto di punta è il Tarocco, che coltiviamo nei nostri terreni situati nella piana di Catania".

L’Ortofrutta dei F.lli Scuderi nasce nella Sicilia orientale negli anni ’50 per iniziativa del fondatore, Salvatore Scuderi, il quale, nel clima dello sviluppo economico e della rinascita dell’Italia post- bellica, fonda l’impresa di produzione e lavorazione di agrumi siciliani. Settant’anni di innovazione e assoluta attenzione alle esigenze dei clienti sono tra gli elementi che hanno condotto l’azienda a ottenere la fiducia dei mercati nazionali ed esteri. L'azienda oggi commercializza agrumi ottenuti da circa 600 ettari, con volumi che mediamente si attestano intorno a 8.000 tonnellate di prodotto.

Il calendario commerciale dell'azienda abbraccia tutto l'anno, tra varietà precoci e tardive: ciò permette di offrire ai clienti le diverse varietà per un tempo più lungo, ma raccolte sempre nel momento ottimale della maturazione.

Le principali tipologie di frutta lavorata sono: Navel, Tarocco, Moro, Sanguinello, clementine Nova. Da aprile l’azienda, con l'ultima fase della raccolta, commercializza le arance medio tardive, nelle varietà Tarocco Gallo, Sciara, Meli e Sant'Alfio.

"Abbiamo iniziato da oltre due settimane la commercializzazione di arance Naveline - dice Scuderi - con discrete richieste di mercato. Adesso ci aspettiamo che il freddo agevoli la pigmentazione delle arance rosse (Moro/Tarocco). Al momento, la domanda di agrumi è discreta, anche perché c’è una limitata offerta per via delle problematiche riportate in precedenza. Vorrei sottolineare che, per un marchio presente nel grande distribuzione organizzata, è indispensabile mantenere un’elevata qualità, anche per evitare resi e contestazioni. Ovviamente la forbice dei prezzi non viene determinata dalla campagna agrumi, bensì dai consumi che la caratterizzano. Attualmente il mercato sta assorbendo bene i nostri quantitativi, anche perché ancora dobbiamo entrare nel vivo della campagna delle arance a polpa rossa".

Tra i problemi della campagna agrumicola, una serie di criticità, alcune delle quali emerse già con l'inizio della pandemia: la carenza di manodopera, l'aumento delle materie plastiche, del packaging e il rincaro dei costi energetici. Resta sempre il problema di rendere gli agrumi più remunerativi alla produzione, circostanza complicata dalla scarsa propensione alla cooperazione che caratterizza il comparto siciliano.

"Abbiamo esempi virtuosi nel nord Italia - spiega Salvatore Scuderi - dove fare rete tra i produttori ha portato indubbi benefici. Si pensi, per esempio, a tutta la filiera melicola. Al contrario, in Sicilia c’è una forte resistenza al cambiamento, con il risultato che le cose peggiorano di anno in anno. Il paradosso è che, per esempio, pur aumentando i costi, il prezzo alla vendita dei nostri agrumi continua a deciderlo il cliente".

Tra le leve a sostegno del comparto agrumicolo siciliano, c'è la tendenza crescente nell'acquisto di prodotti ortofrutticoli sosteniili e connotati territorialmente.

"In ogni caso, al momento la campagna commerciale è ancora in divenire. Speriamo in quotazioni accettabili che possano consentire alle aziende di affrontare al meglio i rincari logistici, energetici e delle materie prime, che nell’ultimo anno sono fuori controllo". 

"Siamo presenti con i nostri agrumi nella grande distribuzione organizzata, dove è fondamentale garantire volumi e prodotti premium sostenuti da un sistema di certificazioni di qualità. Per quanto riguarda le politiche green, utilizziamo sempre più imballi in carta, cassette a noleggio o prodotti in plastica ovviamente riciclabile. E comunque - conclude Salvatore Scuderi - quando si parla di sostenibilità non ci si riferisce soltanto a quella ambientale, ma anche a quella economica. Se i prezzi si mantengono bassi, i produttori tenderanno a perdere motivazione, oltre che avere sempre meno risorse per puntare sull'innovazione, con il risultato che investire sul settore sarà sempre meno sostenibile".

Per maggiori informazioni:
Ortofrutta dei F.lli Scuderi
Via XVI Strada 20/22
Zona Industriale 95121 Catania
+39 095 591933
+39 331 351 7630
info@ortofruttascuderi.it
www.ortofruttascuderi.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto