Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La stagione agrumicola dell'emisfero meridionale vista dalla Cina

Nell'emisfero meridionale, la stagione degli agrumi sta per terminare. La carenza di container per il trasporto, i tempi di spedizione incerti e le rigorose ispezioni hanno creato difficoltà al commercio globale di agrumi. I prodotti hanno subito spesso dei ritardi e alcuni frutti si sono rovinati durante il trasporto. I ritardi nelle spedizioni hanno causato il declino della qualità dei prodotti di importatori ed esportatori, che di conseguenza hanno subito perdite finanziarie. Alcuni importatori ed esportatori cinesi hanno condiviso le loro esperienze di questa stagione.

Australia
La General Administration Customs China (GACC), cioè l'autorità doganale cinese, ha aumentato al 100% il tasso di ispezione sulla frutta importata dall'Australia. Inoltre, le severe procedure di ispezione sono molto più lente del solito. Per i container di frutta australiana non c'è stato modo di arrivare in Cina al momento stabilito. Un importatore del mercato Huizhan di Shanghai ha commentato: "I container sono stati trattenuti alla dogana per una settimana o anche 10 giorni. In alcuni casi, i container sono stati ritardati anche di un mese. Le ispezioni vanno già ad aumentare i costi, ma la spesa aggiuntiva per lo stoccaggio durante i ritardi ha ulteriormente spinto il prezzo in alto. La nuova politica ha messo molta pressione sugli esportatori australiani. Le arance australiane hanno alti valori Brix e non sopportano bene lo stoccaggio. I ritardi nelle spedizioni e la lentezza nello sdoganamento hanno causato il deperimento di molta frutta, creando perdite per importatori ed esportatori". Molti importatori ed esportatori hanno temporaneamente interrotto il commercio tra l'Australia e la Cina per evitare il rischio di frutta rovinata.

Perù
I mandarini peruviani si sono gradualmente affermati nel mercato cinese. L'anno scorso, le condizioni di vendita erano state abbastanza buone. Quest'anno, le zone di produzione peruviane hanno goduto di un abbondante raccolto, quindi il volume complessivo è cresciuto. Il rappresentante di una società con sede a Shanghai ha spiegato: "Alcuni importatori cinesi hanno pianificato di ampliare il loro volume di acquisto, all'inizio della stagione, ma le condizioni di mercato per i mandarini peruviani non sono state particolarmente buone, quest'anno. I mandarini sono andati bene all'inizio della stagione, ma il feedback del mercato a metà campagna e nella seconda parte di essa non è stato così buono. Ciò è dovuto principalmente al fatto che i tempi di spedizione sono stati inaffidabili e ciò ha avuto un impatto sulle condizioni di vendita dei mandarini peruviani. Inoltre, dopo i primi mandarini della stagione, la qualità del prodotto ha cominciato a diminuire. Molti mandarini sono stati danneggiati dal gelo. I coltivatori e gli esportatori non hanno fatto nulla di diverso dall'anno scorso, ma la spedizione è stata spesso ritardata, il che ha lasciato più tempo ai difetti per manifestarsi. La scarsa qualità del prodotto ha ridotto il prezzo di mercato e ciò ha influito sulle condizioni di vendita nella seconda metà della stagione".

Cile
Le condizioni commerciali dei mandarini cileni sono leggermente peggiori rispetto ad altre aree di produzione. Ciò è dovuto al fatto che i frutti devono percorrere una distanza maggiore, e quindi il costo è più alto e la loro durata di conservazione è più breve. Inoltre, i consumatori cinesi non hanno molta familiarità con i mandarini cileni. Solo la varietà W.Murcott è ben conosciuta. Ecco perché il volume complessivo delle importazioni di mandarini cileni è risultato limitato fin dall'inizio.

Sudafrica
Un importatore del mercato all'ingrosso di Jiaxing ha parlato del commercio delle arance e dei mandarini del Sudafrica. "L'anno scorso, le condizioni di vendita delle arance e dei mandarini sudafricani sono state eccellenti. Inoltre, quest'anno gli agrumi australiani hanno avuto delle difficoltà, sul mercato, il che ha dato un vantaggio agli esportatori sudafricani. Generalmente, gli importatori cinesi hanno ampliato i loro volumi di acquisti dal Sudafrica. Tuttavia, quando le arance e i mandarini sudafricani sono entrati nel mercato, un'altra ondata di infezioni Covid-19 ha colpito la domanda complessiva del mercato. Inoltre, il grande volume di fornitura ha spinto il prezzo verso il basso. Per molte varietà, il prezzo era più basso di quello dell'anno scorso".

"Le arance e i mandarini sudafricani hanno sofferto anche della crisi generale delle spedizioni, così come delle severe procedure di quarantena e di ispezione dei container refrigerati. Il numero di porti disponibili è stato ridotto, e ciò ha influito sui costi del trasporto", ha spiegato l'importatore del mercato all'ingrosso di Jiaxing.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto