Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Maarten van Damme, di Dacomex

La carenza di container ostacola il commercio estero olandese di cipolle

Ogni anno, nel commercio delle cipolle, è unico, e anche quest'anno vale la stessa cosa, secondo il parere di Maarten van Damme, della ditta Dacomex, con sede nei Paesi Bassi. "Le cifre d'esportazione vanno bene. Ma ci sono solo poche destinazioni che acquistano grandi volumi di cipolle. Si tratta principalmente di grandi acquirenti dei paesi dell'Africa occidentale. Questi includono la Costa d'Avorio, il Senegal e il Mali. Una cosa è certa, però: all'inizio del prossimo anno perderemo un enorme mercato di vendita".

"Quindi, forse è una cosa buona che ci siano carenze di container in alcuni posti. Altrimenti, molti esportatori manderebbero cipolle in Africa senza sosta e ciò inonderebbe totalmente tale mercato. Una nota positiva è che stiamo già ricevendo richieste dai paesi dell'Europa dell'Est. Questo è sicuramente un segno delle cose che verranno".

"Nemmeno le rese sono state le stesse ovunque, in Europa dell'Est, quindi quei paesi dovrebbero arrivare sul mercato la prossima primavera. Ma non acquisteranno mai volumi paragonabili a quelli inviati in Africa negli ultimi mesi. C'è una buona domanda dal Regno Unito. Ma più lontano la situazione è tranquilla", dice Maarten.

"I prezzi - attualmente da 0,145 a 0,155 euro per balla - non ostacolano le esportazioni. Piuttosto, è la disponibilità dei container a dimostrarsi un fattore inibente. Sebbene la situazione vari a seconda della destinazione. Dal punto di vista qualitativo, sembra essere una buona annata. Ci sono stati molti problemi, nei lotti di cipolle. Ma è un anno buono a livello qualitativo per le cipolle da seme. Non c'è molta differenza di prezzo tra cipolle di buona e cattiva qualità. Anche il mercato delle cipolle rosse è tranquillo. C'è una domanda in particolare per i bulbi di grandi dimensioni, ma non ce ne sono molti".

Secondo Maarten, anche le esportazioni di patate sono tranquille. "Tutte le destinazioni stanno acquistando molte meno patate. A vendersi bene, nelle ultime settimane, sono state solo le patate in big bag destinate a Israele. Ma anche questo finirà presto. I clienti africani trovano le patate costose. Aggiungete i prezzi dell'imballaggio e del trasporto e l'entusiasmo scende ulteriormente. La gente tende ad optare per prodotti più economici", conclude.

Per maggiori informazioni:
Maarten van Damme
Dacomex
46 Provincialeweg
4695 RK, Sint-Maartensdijk, NL
Tel: +31 (0) 166 662 550
Email: maarten@dacomex.nl    
Web: www.dacomex.nl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto