Il mercato dei cavoletti di Bruxelles non sta andando troppo bene, al momento. "Per alcune settimane c'è stata molta pressione sul mercato - osserva Andre Noordhoek, di Noordhoek Agro, Bleiswijk - La superficie in ettari è stata leggermente ampliata e le vendite sono un po' deludenti. La movimentazione della merce non è abbastanza veloce. Questo vale per le esportazioni, ma ritengo anche che le promozioni locali siano scarse. Si tratta quasi sempre di piccoli ordinativi".

"Attualmente, i prezzi variano tra i 35 e i 45 centesimi, e in realtà sono troppo bassi per la merce di buona qualità - osserva Noordhoek, che coltiva cavoletti di Bruxelles e commercializza anche il prodotto di altri coltivatori, soprattutto agli esportatori. "La Germania è la più grande destinazione di esportazione, per i nostri cavoletti di Bruxelles. Occasionalmente i cavoletti viaggiano più lontano, come negli Emirati Arabi Uniti, ma non sono acquirenti strutturali", osserva il coltivatore di germogli.

La settimana scorsa, è iniziata anche la raccolta dei cavoletti di Bruxelles viola. "Queste vendite non sono deludenti, soprattutto se si considera che molto prodotto va anche alla ristorazione", dice André. E come si svilupperà il mercato nel prossimo futuro? "Ci sarà certamente una certa pressione nel commercio, ma d'altra parte, con il clima più freddo, la domanda potrebbe facilmente aumentare. Inoltre, la riduzione delle vendite non si può attribuire a una scarsa qualità, in quanto quest'anno è eccezionalmente buona!"

Per maggiori informazioni:
André Noordhoek
Noordhoek Agro
Groendalseweg 8
2665LH Bleiswijk
+31 (0)6 22 23 37 04
canoordhoek@kpnmail.nl