Fagiolino Seminis: nessun problema, solo soluzioni!

La campagna del fagiolino volge ormai al termine e abbiamo colto l'occasione per raccogliere le opinioni di due protagonisti della filiera che operano nella zona di Mondragone, in provincia di Caserta, importante areale nel panorama della produzione nazionale. 

Per la parte produttiva abbiamo incontrato Vincenzo Catanzano, titolare dell'omonima azienda agricola, che coltiva in proprio 25 ettari di fagiolino per il mercato fresco fra serra e campo. 

"Abituato ormai da anni a coltivare il fagiolino Maestrale, varietà che mi ha sempre permesso di ottenere ottime rese produttive e commerciali, non nascondo che ho avuto un attimo di smarrimento quando sono venuto a sapere della temporanea indisponibilità della varietà dovuta alla grande richiesta" ci racconta il Sig. Vincenzo. "La soluzione è venuta dal rappresentante di zona della ditta Seminis, Marco Ucciero, il quale, dopo aver ascoltato e compreso le mie necessità, ha guidato la mia scelta verso varietà SV1545GA. Ammetto che qualche apprensione iniziale c'è stata, ma adesso, a campagna quasi terminata, sono felice di poter dire che la varietà SV1545GA si è comportata in modo più che soddisfacente, offrendo una valida alternativa al Maestrale sia dal punto di vista produttivo, in termini di kg per ettaro, che dal punto di vista dell'apprezzamento commerciale". 

Vincenzo Catanzano nelle sue serre 

Poi prosegue: "La nostra esperienza positiva con la gamma fagiolino Seminis è proseguita tra agosto e settembre quando, per le semine estive, abbiamo utilizzato la varietà Giolli con risultati ugualmente soddisfacenti. Insomma, da adesso in avanti, sappiamo di poter tranquillamente fare affidamento anche su queste varietà per produrre un bel fagiolino di qualità, sia per le raccolte primaverili in serra che per quelle di pieno campo estive e autunnali". 

Nella foto a destra: il fagiolino Giolli 

Sempre nell'areale casertano abbiamo scambiato due chiacchiere con Emilio Palmieri della ditta Palmieri s.r.l., azienda dedita alla commercializzazione di prodotti ortofrutticoli vari, che lavora con alcune tra le catene Gdo più importanti del panorama nazionale, oltre che non i maggiori operatori sui mercati italiani ed esteri. 

Con circa 13.000 quintali commercializzati nel 2020, il fagiolino ha sicuramente un ruolo da protagonista per questa realtà e non c'è da stupirsi che questa coltura sia presente nella programmazione aziendale per 12 mesi all'anno: solo una piccola parte del venduto, infatti, proviene dalla Sicilia; per il resto, si tratta in larga parte di produzioni locali, sia in serra che in pieno campo. 

Nella foto a sinistra: Emilio Palmieri con il fagiolino Giolli 

Ecco cosa ci ha raccontato lo stesso Emilio: "Il nostro obiettivo aziendale è da sempre valorizzare un prodotto raccolto manualmente, di alta qualità e solo di origine italiana. Una scelta sfidante, ma i numeri ci stanno dando ragione: già da qualche anno stiamo crescendo, al punto che a settembre 2021 eravamo già a 13.000 quintali venduti, quanti quelli venduti in tutto il 2020". 

"Anche noi abbiamo appreso con dispiacere la notizia della indisponibilità del fagiolino Maestrale: è ormai da qualche anno, infatti, che suggeriamo ai nostri conferenti l'impiego di questa varietà per i vantaggi che ci ha sempre dato commercialmente in termini di eleganza del baccello" prosegue Emilio. "Abbiamo quindi dovuto convergere su altre varietà, scegliendo di affidarci comunque all'esperienza di Seminis: così, abbiamo optato per altre due varietà della stessa gamma, SV1545GA e Giolli. Per inciso, in questo preciso momento abbiamo ancora in corso le ultime raccolte proprio di Giolli. Devo dire che grosse sorprese non ce ne sono state. Anzi, siamo stati in grado di offrire ai nostri clienti un bel prodotto elegante durante tutto l'arco della stagione. Anche le aziende agricole sono rimaste soddisfatte dal punto di vista produttivo, il che chiude idealmente il cerchio".

Grande soddisfazione nelle parole del Responsabile Sviluppo Prodotto della casa sementiera Seminis, Vanes Montanari: "Accogliamo con un certo orgoglio le parole di due tra gli operatori di riferimento in un'area così importante per la produzione di fagiolino da mercato fresco come quella della provincia di Caserta. La temporanea impossibilità di soddisfare le numerose richieste di fagiolino Maestrale ha lasciato spazio all'immensa soddisfazione nel constatare come le proposte messe in campo dalla nostra rete vendita come alternativa, SV1545GA e Giolli, si siano rivelate altrettanto valide. Il messaggio che ci arriva da queste esperienze è che la gamma Seminis è affidabile nella sua completezza, perché offre un'ampia scelta di varietà in grado di garantire buoni risultati produttivi e facilità di vendita del prodotto fresco".

Clicca qui per maggiori informazioni sulla gamma fagiolo e fagiolino Seminis. 

Per maggiori informazioni:
Marco Ucciero 
Rappresentante di zona Seminis
+39 337 284875 

Fabrizio Poletti 
Key Account Manager Seminis
+39 335 230531 

Vanes Montanari 
Responsabile Tecnico Fagiolo e Fagiolino
+39 339 5208954 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto