Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Tendenze caotiche sul mercato del pomodoro

Il prezzo dei pomodori continuerà a salire, dopo un'estate con quotazioni già molto alte? Sembrerebbe di sì (di nuovo) nei Paesi Bassi. Proprio come a settembre, a ottobre i Paesi Bassi si sono distinti sul dashboard dei pomodori della Commissione europea, con quello che sembra un prezzo record di 1,24 euro in media al chilo.

Si tratta del valore medio più alto di qualsiasi altro registrato negli ultimi cinque anni. Anche un piccolo aggiustamento al ribasso delle cifre sul dashboard del pomodoro, come accaduto per settembre, non sembra essere in grado di cambiare questa situazione. La media finale di 0,88 euro al chilo (e non 0,96 euro come si leggeva in una precedente versione del dashboard di settembre) è ancora appena sopra la media.


Clicca qui per ingrandire il grafico

Un anno speciale
A partire dall'estate, il 2021 sembra essere un anno speciale per il pomodoro, anche nei Paesi con margini ridotti. Il problema del virus del pomodoro è stato oggetto di molte discussioni, quest'estate, periodo che ha visto 'prezzi invernali'; ma ora si è aggiunta anche la crisi energetica. Si prevede che, laddove ci sono meno coltivazioni illuminate artificialmente, lì gli acquisti si concentreranno; quindi maggiormente in Spagna e Marocco.


Clicca qui per ingrandire il grafico

I prezzi spagnoli non aumentano
A ottobre, i prezzi medi dei pomodori non hanno subito conseguenze dirette in Spagna. Mentre, nello stesso mese, le quotazioni nei Paesi Bassi (e anche in Italia) sono aumentate, in Spagna sono rimaste al livello di settembre, che era comunque alto, ma non così alto come i prezzi record di agosto, che avevano persino superato il massimo quinquennale.

Tendenze caotiche
Tradizionalmente, a novembre segue un calo dei prezzi, sia nei Paesi Bassi che in Spagna. Ma stavolta la domanda è: sarà proprio così anche quest'anno? La sovrapposizione tra le coltivazioni in serre illuminate e le importazioni potrebbe essere meno coincidente, ora che i programmi di semina sono stati interrotti dai problemi di quest'estate, legati al virus del pomodoro, e ora che la crisi energetica sta causando dei cambiamenti anche nelle colture illuminate.


In tutta Europa, proprio come nei Paesi Bassi, si può parlare di una media record. Clicca qui per ingrandire il grafico


In Italia, pur se il prezzo medio di ottobre non è da record, è però ben al di sopra della media quinquennale. Clicca qui per ingrandire il grafico


In Francia, i prezzi stanno scendendo bruscamente come sono aumentati quest'estate. Tuttavia, i prezzi sono ancora a un livello elevato, e molto al di sopra della media quinquennale. Clicca qui per ingrandire il grafico

Fornitura inferiore dal Belgio
Infine, i dati del Belgio non sono riportati nella European Tomato Dashboard, ma la Federation of Belgian Horticultural Auctions (VBT) presenta il suo grafico. Sono noti anche i dati sulla fornitura. E' sorprendente che, in tutto il mese di ottobre, la fornitura di pomodori a grappolo sia stata superiore solo nella 43ma settimana, rispetto allo scorso anno. Fino alla settimana 44 inclusa, la fornitura in chili sia di grappoli che di pomodori sfusi è stata leggermente inferiore rispetto allo scorso anno.


Clicca qui per ingrandire


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto