Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Peter Hagge, Gemüsehandel Hagge Ltd, sul cavolo verza:

"Con l'inverno avremo un aumento dei prezzi"

Rispetto a molte altre regioni di coltivazione del cavolo, come l'Europa orientale, il clima di quest'anno è stato molto più favorevole per la Gemüsehandel Hagge di Neuenkirchen. Anche i volumi di vendita stanno tornando a livelli più "normali", dopo il lockdown. "In molti luoghi, la priorità nella coltivazione è cambiata. Le colture che erano abbondanti la scorsa stagione, quest'anno sono state inserite di meno. Tuttavia, va detto che i quantitativi acquistati hanno rispettato gli accordi", dice l'amministratore delegato Peter Hagge.

Secondo Peter Hagge, il suo cavolo verza è di buona qualità. Egli rifornisce vari mercati all'ingrosso e rivenditori di generi alimentari in tutta la Germania. Le  principali regioni di vendita della Gemüsehandel Hagge sono Schleswig-Holstein, Meclemburgo-Pomerania occidentale, Bassa Sassonia e Brandeburgo. Il cavolo verza viene esportato anche in alcune regioni dell'Europa orientale.

Tendenze sul consumo del cavolo
Hagge ritiene che la tendenza negativa percepita per quanto riguarda i cavoli, non rispecchi la realtà: "Ho la sensazione che, contrariamente a quanto si dice, le varietà di cavolo non vengano acquistate meno, anzi è il contrario. Sembra che la generazione più giovane le abbia riscoperte".

Regione di coltivazione Dithmarschen
"Ovviamente, consegnare il cavolo verza direttamente dal campo è redditizio. Nella nostra regione, invece, è pratica comune conservare il cavolo verza, come quasi tutte le nostre colture orticole. Stoccandolo, vogliamo assicurarci di poter coprire le vendite fino a marzo/aprile. Dopotutto, l'obiettivo è rifornire il mercato il più a lungo possibile con prodotti regionali".

Il cavolo verza è un prodotto costoso
"Quando si tratta di conservazione e preparazione, il cavolo verza è un prodotto abbastanza costoso. Rispetto ad altri cavoli, i costi di produzione e stoccaggio sono quasi il doppio. La raccolta, che avviene ancora a mano, richiede anche molto più tempo e un maggior fabbisogno di manodopera. Neanche in futuro potremo fare a meno del lavoro manuale, e quindi l'aumento dei costi di manodopera ed energia influirà ancora di più sul cavolo verza".

"Spero che si possa capire un po' meglio il problema tra la consegna dal campo, la consegna dai magazzini e il conseguente aumento dei costi per l'agricoltore. Ma, purtroppo, bisogna anche dire che questa grande differenza nei costi non è sempre assecondata dal consumatore".

Ripensando alla scorsa stagione
"Per alcune aziende, la stagione del cavolo verza termina poco prima di Natale, in particolare nella Germania sudoccidentale. Di conseguenza, ciò ha portato ad alcune carenze sul mercato. Altre aziende agricole, che avevano ancora a disposizione i cavoli verza, hanno ripreso le loro attività solo dopo Capodanno, quindi nel frattempo i prezzi alla produzione del prodotto sono aumentati da 0,10 euro a 0,15 euro/kg. Ciò ha posto noi commercianti di fronte a un compito difficile, nell'ambito dell'approvvigionamento delle merci". Oltre all'azienda agricola convenzionale a Neuenkirchen, Peter Hagge gestisce anche un'azienda agricola biologica, insieme ad altri agricoltori biologici.

Problemi logistici
Tuttavia, il commercio di ortaggi non è immune alle conseguenze dell'aumento dei costi energetici, dei trasporti e di altro tipo. "Le esportazioni ne risentono, tanto quanto le spedizioni nazionali. Disponiamo di un nostro parco automezzi e quindi possiamo sempre consegnare le nostre merci in tempo. Ma il problema è che, purtroppo, sempre più spesso mancano i camionisti, mentre ci sono sempre più merci che devono essere consegnate nel più breve tempo possibile. Durante la stagione in corso, i costi di trasporto sono aumentati del 10-20%. Queste spese aggiuntive devono essere assorbite da qualche parte. I problemi che ci sono attualmente in Gran Bretagna, a mio avviso, dovrebbero essere trattati con più attenzione, per evitare che anche gli scaffali dei nostri supermercati, in futuro, si svuotino".

Per maggiori informazioni:
Peter Hagge
Gemüsehandel Hagge GmbH
Blankenmoorer Straße 23
D-25792 Neuenkirchen
Tel: +49 4837 - 91 60
Fax: +49 4837 - 91 62
E-Mail: info@gemuesehandel-hagge.de 
Web: https://www.gemuesehandel-hagge.de/    


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto