Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Le novità della nuova campagna di distribuzione 2021

Unionberg, l'organizzazione per il bergamotto di Reggio Calabria tra green economy e filiera sostenibile

E' iniziata la campagna di raccolta del frutto fresco di bergamotto di Reggio Calabria: pronto ad arrivare sulla tavola degli italiani per arricchirne i piatti come condimento e aromatizzante, così come indiscusso e prezioso alleato della salute. 

Autorevoli pubblicazioni scientifiche ne hanno oramai accertato e garantito l'effetto benefico nella lotta al colesterolo cattivo e al diabete.

Il frutto è già presente nei principali mercati ortofrutticoli e sui banchi della Grande distribuzione organizzata (Gdo) da circa 15 giorni. 

"L'attesa del frutto che, ogni anno, cresce sia nei mercati ortofrutticoli sia nella Gdo, non ha mai spinto Unionberg O.P., unica Organizzazione di produttori di bergamotto riconosciuta dalla Regione Calabria, ad anticipare i tempi dell'offerta" dichiara il presidente Ezio Pizzi (nella foto a sinistra).

"E' più importante per noi - sottolinea ancora Pizzi - tutelare l'alta qualità dei frutti, rendendoli disponibili solo quando sono pronti per la raccolta, e in grado di garantire una buona resa in succo e un adeguato grado Brix, piuttosto che anticiparne la commercializzazione solo per finalità speculative". 

La campagna 2021 e i cambiamenti climatici
Quella di quest'anno sarà una campagna indubbiamente condizionata dai cambiamenti climatici in atto. I frutti avranno una pezzatura tendenzialmente di calibro medio, a causa del clima particolarmente caldo che, nei mesi estivi, ha raggiunto punte di 43 gradi nell'areale vocato di produzione. 

Una cosa è, tuttavia, certa: i bergamotti di questa campagna saranno ugualmente di ottima qualità. Inoltre, benché si stimi un calo di produzione di circa il 20% rispetto alla precedente campagna di raccolta, il dato non deve preoccupare il settore: ad oggi, solo circa il 15% della produzione totale di frutto viene assorbita dal segmento dell'ortofrutta fresca.

La restante parte continua, infatti, a essere utilizzata per l'estrazione di olio essenziale, destinato alla migliore profumeria mondiale.

Interessante, ancor di più, il trend di crescita determinato dall'interesse rivolto al frutto di bergamotto di Reggio Calabria da parte dei mercati del Nord Europa (Germania, Francia, Svezia, Olanda, Belgio, Inghilterra), con l'auspicio che il Covid-19 non ponga ulteriori ostacoli logistici alla circolazione del frutto. 

I bergamotti Unionberg O.P.: pratiche bio per un frutto integro al 100% 
Il frutto di bergamotto di Reggio Calabria distribuito da Unionberg O.P. proviene direttamente dal conferimento dalle circa 380 aziende agricole di produttori associate. 

"Attraverso i controlli in campo, effettuati dai nostri agronomi - spiegano dalla Organizzazione di Produttori - vengono fornite indicazioni sulle buone pratiche agricole, rispettose dell'ambiente, da porre in essere; sul tipo di concimazione e sui trattamenti, qualora indispensabili, da realizzarsi esclusivamente con prodotti ammessi in agricoltura biologica". 

"Grazie a questa scrupolosa prassi, il nostro prodotto - che raggiunge tutte le tavole d'Europa - vanta una buccia edibile e offre un frutto che, dalla polpa alla buccia, può essere completamente utilizzato in tutta sicurezza. I successivi controlli di qualità, l'applicazione di un disciplinare di produzione - unito a sistemi di produzione integrata - validati da certificazioni di prodotto, tracciabilità e impatto ambientale, ne garantiscono altissimi standard qualitativi". 

"Le imperfezioni della buccia vengono ben tollerate dagli utilizzatori che ne hanno pienamente recepito la ragione: che il prodotto, cioè, proviene da una agricoltura totalmente priva dall'uso di pericolosi fitofarmaci". 

Dettagli preziosi: la "coroncina" (estremità del picciolo) garanzia su ogni frutto di lunga conservabilità e qualità
Un aspetto importante riguarda la presenza, nel raccolto destinato alla commercializzazione nel settore ortofrutticolo, della "coroncina" sul frutto (cioè l'estremità del picciolo) che ne preserva la conservazione e garantisce due condizioni: che l'agrume sia stato raccolto utilizzando l'apposita "forbicetta" e che sia stato trattato con le attenzioni dovute a ogni singolo bergamotto, nell'atto del distacco dalla pianta-madre. 

In molti casi, infatti, nei mercati è comune imbattersi in frutti di bergamotto strappati dalle piante, e raccolti per essere conferiti all'ammasso per la fabbrica, per poi essere "salvati" e avviati ugualmente alla vendita per il consumo fresco, perché apparentemente integri.

"Questo modus operandi - evidenzia con forza il presidente di Unionberg, Ezio Pizzi - danneggia il comparto: oltre che far arrivare sulla tavola dei consumatori un prodotto destinato alla trasformazione, determina - infatti - un danno economico per il produttore, al quale viene corrisposto un prezzo inferiore rispetto a quello che riceverebbe per un frutto distaccato correttamente dalla pianta e destinato all'uso per il quale è stato raccolto. Ciò permette a commercianti improvvisati di poter svendere sottocosto il prodotto che, oltre che essere visivamente maltrattato, avrà una conservazione solo di pochi giorni".

Brand e sostenibilità: obiettivi raggiunti e certificati
Un altro importante obiettivo raggiunto da Unionberg O.P. è l'affermazione, oramai consolidata e unanimemente riconosciuta, del brand. Un marchio in grado di facilitarne l'identificazione, conferendo al prodotto un plus di garanzia di origine e di qualità. 

La gamma di prodotti forniti, oltre al frutto classico convenzionale con buccia edibile, viene completata anche dal frutto biologico certificato da CSQA – IT Bio 021, GlobalGAP e Grasp, certificato da Agroqualità, e infine prodotto proveniente da una filiera di produzione conforme agli standard normativi per la sostenibilità.

"Un grosso lavoro è stato svolto in tale direzione, per centrare la realizzazione della prima ed unica Filiera del Bergamotto sostenibile denominata Unionberg O.P. e certificata da CSQA - sottolinea infine Pizzi - con l'inserimento delle prime cento Aziende Agricole la cui produzione è dichiarata già sostenibile dalla campagna attuale di raccolta".

"Il cambiamento climatico è oramai una realtà con la quale dobbiamo fare i conti tutti - conclude il presidente di Unionberg O.P. - e le nostre organizzazioni hanno il dovere di praticare un'agricoltura rispettosa dei tempi della natura e delle risorse ambientali. Acqua, biodiversità, suolo sono preziose risorse per il futuro del Bergamotto, così come il Bergamotto è - grazie all'uso di sostanze non inquinanti per l'ambiente - il miglior testimonial delle buone pratiche e dei progetti che Unionberg O.P. ha scelto di mettere in atto con aziende autenticamente sostenibili. Lo dobbiamo all'ecosistema e al consumatore, sempre più attento e responsabile. Lo dobbiamo a noi stessi e alla nostra storia".

Per maggiori informazioni:
Unionberg O.P.
Via Rodinò, 11
89030 Condofuri (RC)
Presidente Avv. Ezio Pizzi - +39 335 8322313
Resp. commerciale - +39 335 6410010
info@unionberg.it


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto