Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Tendenze per la frutta d'importazione nei mercati cinesi

La Cina importa ogni anno un'enorme quantità di frutta. Ma i costi di spedizione continuano ad aumentare da più di un anno, come conseguenza di una temporanea carenza di container e della pandemia di Covid-19 ancora in corso. Questi fattori rappresentano indubbiamente delle sfide, per importatori ed esportatori. Alcuni importatori hanno parlato della loro esperienza e delle tendenze in atto nel mercato cinese della frutta d’importazione.

Da più di un anno, continuano a verificarsi problemi con le spedizioni, a livello globale. In molte aree, gli esportatori non sono in grado di assicurarsi uno spazio di carico. Il direttore Zhang, portavoce del dipartimento per le importazioni della Zhejiang Xiangguo Trade, ha dichiarato: "Prendiamo ad esempio le arance peruviane. Ne importavamo circa 5 container a settimana e il volume della fornitura è sempre rimasto stabile. Ma ora il porto ha un arretrato di container. A volte, i 20 container che normalmente sarebbero arrivati in un periodo di 4 settimane, arrivano tutti nello stesso momento. L'inaffidabilità delle spedizioni crea molta incertezza, sul mercato. Ancora peggio, il lungo periodo di spedizione influisce sulla qualità della frutta che acquistiamo all'estero. A volte, i prodotti cominciano a marcire perché la spedizione è in ritardo e i container sono bloccati al porto. Tutti sappiamo, purtroppo, che un solo frutto marcio può danneggiare l'intera cassa e ridurre la qualità complessiva della merce".

Oltre ad arance e mandarini, lo stesso problema è stato riscontrato nelle importazioni di avocado dal Perù e di molti altri frutti dall'emisfero australe. Un importatore di banane sudamericane, con sede a Shanghai, ha dichiarato: "Oltre ai problemi di spedizione, la crescita improvvisa delle banane del Sud-est asiatico indebolisce la posizione delle banane sudamericane sul mercato cinese. Quest'anno abbiamo ridotto il volume delle nostre importazioni di banane sudamericane di quasi il 60%".

La sicurezza dei prodotti: primo cruccio dei consumatori cinesi
Sta per iniziare la stagione delle ciliegie cilene e sebbene gli importatori siano fiduciosi, hanno comunque sottolineato che la sicurezza del prodotto è una delle questioni più importanti su cui si concentrano i consumatori.

L'incidente delle ciliegie del gennaio scorso, quando sono state trovate tracce di Covid-19 su alcuni lotti d'importazione, ha avuto sicuramente un impatto sulla situazione del mercato cinese della frutta d'importazione. Sebbene gli esperti invitino i consumatori cinesi a considerare l'incidente delle ciliegie da un punto di vista razionale, l'atteggiamento dei consumatori è diventato più prudente. Inoltre, anche i retailer hanno alcune preoccupazioni a riguardo: se si verificasse un caso di positività nel loro negozio, ci sarebbe il rischio di distruggere l'intero stock e il personale verrebbe messo in quarantena. Solo i prezzi più bassi possono convincere i rivenditori a correre questi rischi. Dopo l'incidente delle ciliegie, i consumatori cinesi sono diventati più severi riguardo alla qualità della frutta, e in particolare di quella importata. Sono molto attenti ai problemi di sicurezza alimentare.

"L’incidente è stato un avvertimento, per l'industria della frutta d’importazione. Il mercato cinese si sta sviluppando rapidamente e le informazioni circolano molto velocemente sui social media. Il potere dei canali social non deve essere sottovalutato. Le domande sulla sicurezza alimentare, la qualità dei prodotti e la salute aprono accesi dibattiti online", ha affermato un importatore di ciliegie.

Allo stesso tempo, gli esperti del mercato d’importazione chiedono maggiore trasparenza: "Quando gli importatori forniscono frutta dall'estero, dovrebbero anche informare i consumatori sulle misure preventive, le procedure di disinfezione e i vari risultati dei test sulla sicurezza alimentare effettuati. La frutta importata soddisfa standard rigorosi e le informazioni sulle procedure contribuiranno a convincere i consumatori che la merce viene attentamente monitorata in ogni fase del processo".

La domanda di mercato per la frutta del Sud-est asiatico rimane forte
Lo scorso anno, le arance egiziane, le ciliegie cilene e le susine australiane non hanno registrato delle buone vendite, sul mercato all’ingrosso cinese, e i motivi sono stati diversi. Le loro prospettive di mercato non sembrano buone e molti importatori hanno subito delle perdite finanziarie. E' interessante notare che questa situazione non riguarda invece la frutta importata dall'Asia.

Secondo il direttore Ying, portavoce del Haiguangxing Fruit Wholesale Market: "L'anno scorso, il nostro volume commerciale è aumentato ancora del 15%, rispetto all'anno precedente. Il volume totale importato è stato di circa 30.000 container. La crescita è derivata principalmente dal commercio di prodotti d’importazione asiatici. Tuttavia, poiché la pandemia di Covid-19 è sempre più sotto controllo, assistiamo anche a una ripresa dei prodotti d’importazione dall’occidente. Rispetto allo scorso anno, la situazione sta gradualmente migliorando".

Chuck Zheng, portavoce della Kingo Fruit Trade Shanghai Co, è d'accordo: "Anche se siamo nel bel mezzo di una pandemia e il mercato della frutta inizialmente ha subito un rallentamento, penso che ci sia ancora molto potenziale sul mercato della merce d'importazione. Ora che l'epidemia di Covid-19 è ampiamente sotto controllo in Cina, assistiamo a una ripresa economica in ogni settore. Anche i livelli di consumo sono in aumento. Tuttavia, le tendenze dipendono anche dalle condizioni dei mercati esteri, dove l'epidemia di Covid-19 continua a diffondersi. Il mercato sarà influenzato non solo dagli sviluppi nella distribuzione e nelle procedure doganali, ma anche dalla fiducia dei consumatori nei marchi della frutta d'importazione".

Un portavoce di un mercato all'ingrosso di Canton ha spiegato: "Negli ultimi anni, un numero crescente di Paesi ha ottenuto il permesso di esportare frutta sul mercato cinese. Il volume annuale delle importazioni cinesi di frutta è impressionante. Tuttavia, vediamo che la popolarità di un particolare tipo di frutta d'importazione generalmente non dura più di cinque anni".

"Prendiamo ad esempio le arance statunitensi: si vendevano molto bene alcuni anni fa, ma ora la loro quota di mercato sta rapidamente diminuendo. E questo non perché la Cina abbia adottato misure a protezione dell’industria nazionale delle arance. Ci sono due ragioni, per questo sviluppo: in primo luogo, i coltivatori domestici di arance rispondono rapidamente alle tendenze popolari e passano alle varietà di arance più richieste. Le arance d’importazione sono costose, a causa dei dazi doganali e dei costi di trasporto, il che significa che non possono competere con le arance domestiche, in termini di prezzo. Pertanto, vengono gradualmente sostituite sul mercato dalle arance domestiche. In secondo luogo, gli importatori acquistano tutti la stessa frutta estera e inondano il mercato, ma alla fine devono abbassare i prezzi per poter competere con gli altri importatori".

Secondo Zheng, la frutta d'importazione può avere una presenza duratura sul mercato cinese solo se con un prezzo nettamente vantaggioso rispetto a quello della frutta domestica, come nel caso delle arance egiziane, o se sfrutta le diverse stagioni di produzione, come è il caso delle arance australiane e sudafricane.

Huang, un portavoce della Shanghai International Fruit Expo, ha espresso un'opinione simile: "La frutta importata dall'emisfero australe si integra perfettamente con il mercato cinese, perché la loro stagione di crescita corrisponde alla nostra bassa stagione. I frutticoltori dell'emisfero boreale che vogliono distinguersi devono avere frutta di alta qualità a prezzi ragionevoli e, soprattutto, devono differenziarsi nelle varietà offerte".

Shanghai International Fruit Expo
Mr Huang
everflourish@fruitexpo.cn


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto