Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Le previsioni Ailimpo per la campagna 2021/22

La Spagna produrrà il 23% di limoni in meno nella prossima stagione

La Spagna continuerà a essere il principale esportatore di limoni freschi e il secondo trasformatore di succo di limone, olio essenziale e buccia disidratata a livello mondiale nella campagna 2021/22. Tuttavia, dopo un anno di raccolto record, la produzione spagnola di limoni dovrebbe diminuire del 23% a causa di condizioni meteorologiche avverse durante il 2021.

E' quanto emerge dalla stima preliminare dell'associazione spagnola Ailimpo sul raccolto di limoni per la prossima stagione, previsto in 1.035.000 tonnellate. Questa cifra rappresenta una notevole riduzione rispetto alla produzione record di 1.340.000 tonnellate stimata per la campagna 2020/21, secondo il bilancio provvisorio.

La produzione della varietà di limoni Fino dovrebbe diminuire del 16% e attestarsi a 820.000 tonnellate. Il limone Verna dovrebbe produrre 215.000 tonnellate nel 2022, cioè il 40% in meno rispetto all'attuale campagna 2021.

La produzione dovrebbe calare a causa delle avverse condizioni climatiche del 2021 con episodi di freddo, vento ed eccessi di pioggia che hanno compromesso la fioritura e l'allegagione in alcune zone di produzione.

Nella sua previsione, Ailimpo ha preso in considerazione anche l'effetto della progressiva entrata in produzione delle nuove aziende agricole, con 5,4 milioni di limoni piantati negli ultimi sei anni, che si rifletteranno sul raccolto delle prossime stagioni.

Prospettive
Ailimpo prevede che, con questo calo della produzione, ci sarà un recupero dei prezzi pagati ai produttori; tale aumento che dovrà essere trasferito al resto degli anelli della catena per raggiungere un corretto equilibrio dei prezzi.

"L'inizio della stagione a settembre potrebbe essere segnato dalla fine del limone dell'emisfero sud e dalla stagione del limone della Turchia, che potrebbe tornare a volumi di raccolto normali", hanno dichiarato fonti di Ailimpo.

"Una maggiore quantità di limoni sarà diretta al mercato fresco e ci sarà una diminuzione delle spedizioni all'industria, che ha raggiunto un volume record nella campagna 2020/21, tornando a valori vicini al 25% della media della frutta trasformata degli ultimi anni, in uno scenario di offerta internazionale molto attiva di succo e olio essenziale, dove l'industria spagnola dovrà cercare di rimanere competitiva", si legge nella previsione.

"Le certificazioni GlobalGAP e GRASP saranno elementi chiave della prossima stagione, all'interno della strategia interprofessionale per differenziare il limone spagnolo e promuovere la produzione sostenibile secondo il triplice approccio: economico, ambientale e sociale", ha sottolineato Ailimpo.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto