Rapporto semestrale USDA sugli agrumi turchi

Nella stagione 2020/21 si prevede un calo del 10 per cento su base annua per le esportazioni di arance

Continuano ad aumentare i prezzi dei costi di produzione come elettricità, fertilizzanti e prodotti chimici. I prezzi dei fertilizzanti sono particolarmente preoccupanti per i produttori turchi, con un aumento del 60-90%, rispetto all'ultima campagna di commercializzazione.

Nell’attuale campagna 2020/21, si stima che la produzione di arance diminuirà di 1,3 milioni di tonnellate, ovvero il 23% in meno rispetto alla campagna di commercializzazione 2019/20 (1,7 milioni di tonnellate), a causa del clima eccessivamente caldo di maggio 2020 che ha interessato il periodo di fioritura degli alberi.

Nella campagna di commercializzazione 2020/21, è previsto un calo del 10% per le esportazioni di arance rispetto a quella precedente, fino a 263mila tonnellate, insieme alla prospettiva di rese basse. Nella stagione 2020/21, le previsioni di produzione dei mandarini sono state riviste in aumento del 14%, a 1,6 milioni di tonnellate, con una buona qualità del raccolto grazie al clima piovoso e alle temperature adeguate. Le esportazioni di mandarini turchi sono iniziate bene nella campagna 2020/21, soprattutto in Russia, Ucraina e Iraq dove hanno raggiunto 890.595 tonnellate ad aprile 2021, ovvero l'8% in più rispetto allo stesso periodo della stagione precedente.

Consumo
Nella campagna di commercializzazione 2020/21, il consumo di arance dovrebbe scendere a 976mila tonnellate insieme a basse previsioni di produzione. Negli ultimi tre anni, il consumo è diminuito a causa della scarsa offerta e degli alti prezzi di mercato. Anche se nell'inverno 2020/21, a causa del Covid-19, il consumo è temporaneamente aumentato, si prevede sarà inferiore rispetto all'anno precedente, a causa della minore fornitura e dei prezzi più elevati. Il consumo è stato anche influenzato negativamente dalla chiusura di ristoranti, caffè e pub durante la pandemia.


Grafico: USDA

Commercio
Nella campagna di commercializzazione 2020/21, si prevede che le esportazioni di arance diminuiranno del 10% rispetto alla precedente campagna, fino a raggiungere 263mila tonnellate, insieme ad aspettative di rese basse. Nei primi sei mesi della campagna di commercializzazione 2020/21, le esportazioni totali di arance sono diminuite del 24% rispetto allo stesso periodo dell'anno 2019/20.

La Russia è il più grande mercato per le esportazioni di arance turche. Nei primi sei mesi della campagna 2020/21, le esportazioni verso la Russia sono rimaste stabili rispetto allo stesso periodo 2019/20. Tuttavia, le esportazioni di arance in Iraq, il secondo mercato d’esportazione per la Turchia, sono diminuite del 45% rispetto allo stesso periodo della campagna di commercializzazione 2019/20.

Clicca qui per leggere il report completo.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto