Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

BerryWorld Group

"Un forte approccio varietale è la chiave per creare valore e differenziarsi sul mercato dei piccoli frutti"

Il gruppo BerryWorld® attualmente si rifornisce di piccoli frutti da circa 30 Paesi per garantire una fornitura continua di varietà di piccoli frutti, per 52 settimane all'anno. Il gruppo possiede aree di coltivazione nei Paesi Bassi e lavora con un ristretto numero di coltivatori su larga scala in tutto il mondo, alcuni dei quali forniscono BerryWorld sin dall’inizio delle sue attività, nel 1994.

"Siamo specialisti in piccoli frutti. Sono letteralmente il nostro mondo. Forniamo la gamma base per  tutto l'anno, cioè fragole, lamponi, mirtilli e more, e siamo anche fornitori di piccoli frutti e specialità di nicchia, tra cui fragola-ananas (pineberry), ribes e mirtilli rossi, quando sono di stagione", dice Wil Beekers (foto a lato), amministratore delegato della divisione coltivazione e confezionamento del BerryWorld Group.

Il gruppo BerryWorld ha anche un’attività di frutta pronta, la PrepWorld, che fornisce al mercato del Regno Unito frutta ready-to-eat. L'attività è stata fondata con un focus sui piccoli frutti, ma ora è all'avanguardia nella fornitura di una più ampia gamma di prodotti al mercato del Regno Unito. "Siamo orgogliosi della nostra gamma, che comprende oltre 40 frutti diversi. Portiamo continuamente sul mercato prodotti nuovi e innovativi per rispondere alle mutevoli esigenze dei consumatori", afferma Ben Olins (foto a lato), amministratore delegato della divisione frutta pronta presso il BerryWorld Group.

"I nostri rapporti con i coltivatori sono parte integrante della nostra attività e, come coltivatori, parliamo la stessa lingua. Lavorare in modo collaborativo e condividere le migliori pratiche è fondamentale per garantire ai coltivatori piante ad alta resa, e ai consumatori prodotti di alta qualità", afferma Beekers.

Dal 1994, anno di fondazione del gruppo nel Regno Unito, BerryWorld è cresciuto da piccola azienda con sede nel Regno Unito a gruppo globale di società con uffici marketing in 8 Paesi: Regno Unito, Francia, Spagna, Paesi Bassi, Italia, Sudafrica, Australia e Nord America.

BerryWorld ha adottato una politica di alleanze strategiche in aree geografiche chiave, che generalmente garantiscono la coltivazione e la commercializzazione delle sue varietà esclusive. "Attualmente riforniamo oltre 35 territori in quattro continenti, tramite i nostri uffici marketing e partnership strategiche. In questi mercati, abbiamo contribuito alla crescita della categoria dei piccoli frutti con i clienti che serviamo, che solitamente sono rivenditori leader del mercato", dice Adrian Olins (foto a lato), amministratore delegato della divisione BerryWorld del BerryWorld Group.

BerryWorld fornisce piccoli frutti sia con il marchio dei rivenditori, sia con il marchio al consumo BerryWorld che, da quando è stato lanciato nel 2015, è cresciuto sempre più nel Regno Unito ed è ora disponibile in 18 mercati di quattro continenti: Nord America, Europa, Asia e Australia.

"Dal nostro centro di distribuzione europeo nei Paesi Bassi, forniamo anche piccoli frutti a marchio di alta qualità a punti vendita all'ingrosso del segmento premium in tutta l'Europa continentale. Il nostro marchio Beekers Berries ha una lunga storia nella fornitura di piccoli frutti di alta qualità a clienti premium all’ingrosso, coprendo sia la gamma base dei piccoli frutti che quelli di nicchia, come fragola-ananas e fragole", afferma Beekers.

Anche se le varietà proprietarie ed esclusive del BerryWorld Group rappresentano un'alta percentuale della loro offerta, oltre il 60%, l'azienda ha anche rapporti esclusivi con programmi di terzi per soddisfare la domanda di piccoli frutti con varietà di qualità premium tutto l'anno.

"Siamo convinti che un forte approccio varietale sia la chiave per guidare il valore e la differenziazione sul mercato dei piccoli frutti. Per oltre 25 anni, abbiamo lavorato in collaborazione con Edward Vinson, il principale programma europeo di breeding di fragole, ed è stato nel 2001 che abbiamo istituito il nostro programma di breeding dei piccoli frutti, BerryWorld Plus, una joint venture con Edward Vinson e Hall Hunter. In anni più recenti, ci siamo anche assicurati i diritti esclusivi per programmi di breeding di terzi, come i mirtilli della Mountain Blue (MBO), conosciuta in tutto il mondo per le sue varietà di mirtilli giganti americani", dice Sam Rowe (foto a lato), amministratore delegato della divisione varietà del BerryWorld Group.

Le varietà del BerryWorld sono conosciute per la loro alta qualità e apprezzate sia dai retailer che dai consumatori. Sono state premiate in più occasioni, fino all'ultimo riconoscimento di quest'anno come varietà molto conosciuta, per la Diamond Jubilee/BerryWorld Gem® che ha ricevuto un Superior Taste Award dall'International Taste Institute di Bruxelles.

Le attuali tendenze salutistiche stanno favorendo la domanda di piccoli frutti a livello globale, per le loro proprietà nutrizionali, la loro praticità e versatilità.

"Se prendiamo come esempio il mercato del Regno Unito, i piccoli frutti ora rappresentano quasi il 30% delle vendite di frutta e stanno superando la crescita totale della frutta. Abbiamo assistito a un forte incremento sul canale online, che è quasi raddoppiato nell'ultimo anno, con i mirtilli che sono andati particolarmente bene", afferma Adrian Olins.

Guardando al futuro, le restrizioni verranno lentamente allentate, ma si prevede ancora un'estate da trascorrere molto in casa, situazione che si adatta perfettamente al consumo di piccoli frutti, come dessert e spuntini sani. "Riteniamo che i benefici per la salute dei piccoli frutti continueranno a svolgere un ruolo chiave nel guidare la domanda e siamo fiduciosi che la categoria possa continuare a crescere", aggiunge Olins.

Nel 2020, dopo 7 anni di crescita, il Covid-19 ha avuto un impatto pesante sul mercato della frutta pronta al consumo, in particolare sul segmento On-The-Go (OTG). PrepWorld ha reagito rapidamente al cambiamento delle abitudini dei consumatori, lanciando diversi nuovi prodotti nel corso dello scorso anno e trovando nuove strade per quella crescita guidata dal consumo dei pasti in casa. "Il 2020 non è stato un anno facile", afferma Ben Olins.

"Tuttavia, sono particolarmente orgoglioso del modo in cui l'azienda ha risposto alla crisi pandemica, garantendo una fornitura ininterrotta ai rivenditori con protocolli sicuri anti Covid-19, il lancio di nuove linee, l'acquisizione di nuove attività, e siamo lieti di vedere che i volumi hanno ora fortemente recuperato".

Il centro di distribuzione europeo del BerryWorld Group, con sede a Made nei Paesi Bassi, inaugurato di recente, si è guadagnato la certificazione BREEAM 'Outstanding', il massimo riconoscimento per il design ecologico.

"Mentre ci impegniamo a sviluppare una gamma di piccoli frutti sostenibili e rigenerante, puntiamo a fornire ai nostri clienti la massima qualità con il minimo impatto ambientale, e questo risultato ci aiuterà a raggiungere l’obiettivo", conclude Beekers.

Per maggiori informazioni:
Gloria Lopez Marin
BerryWorld Group
+34 600 081 846
gloria.lopezmarin@berryworld.com 
www.berryworld.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto