J. Antonio Gómez, presidente di Espárrago de Granada

E' difficile dire ai clienti che non ci sono asparagi a sufficienza

E' in corso la stagione degli asparagi verdi a Granada, la principale area di produzione della Spagna. La raccolta è iniziata a metà marzo, circa tre settimane dopo rispetto all'anno scorso, quando l’inizio è stato eccezionalmente precoce. Finora l'offerta è stata limitata e la domanda elevata. I prezzi sono abbastanza soddisfacenti.

"Stiamo avendo una produzione bassa in questa stagione, a causa del clima secco nel periodo autunnale e invernale che ha colpito la provincia di Granada. Ci sono stati parecchi giorni di pioggia in primavera, ma le falde acquifere non si sono riempite a sufficienza per l'estate. Le temperature sono attualmente più basse del solito, e questo significa che la produzione va a rilento e dobbiamo raccogliere a giorni alterni", afferma José Antonio Gómez Aguilera, presidente della cooperativa Espárrago de Granada.

"Va anche ricordato che la superficie coltivata ad asparagi è stata nuovamente ridotta quest'anno, a causa delle difficili campagne degli anni precedenti. Questo rende ancora più evidente il calo della produzione di quest'anno", afferma Gómez .

Anche altri Paesi produttori europei, come la Francia e l'Italia, quest’ultima principale concorrente della Spagna sul mercato degli asparagi verdi, registrano delle carenze di produzione, a causa del freddo.

"E' abbastanza insolito che non ci siano sovrapposizioni in Europa con i nostri concorrenti. La Spagna domina i mercati con una piccola produzione e quindi quest'anno la domanda è decisamente maggiore dell'offerta. La limitata disponibilità della produzione italiana viene assorbita dal mercato domestico. Non solo, l’Italia sta importando persino dalla Spagna", afferma José Antonio Gómez. "E' difficile quando c'è sovrapproduzione, ma lo è anche quando dobbiamo dire ai nostri clienti che non siamo in grado di soddisfare tutta la domanda, a causa della mancanza di offerta. Questo genera tensione".

I prezzi medi sono alti, anche se dovremo aspettare la fine della campagna per scoprire se riusciranno a compensare i bassi volumi disponibili. "Questa tendenza non dovrebbe cambiare fino alla fine della stagione, tra circa un mese. Dalla fine di maggio in poi, inizieranno ad arrivare i primi lotti dal Perù, ma le questioni logistiche a livello globale non faciliteranno l’arrivo di grandi volumi di asparagi", conclude José Antonio Gómez.

Per maggiori informazioni:
José Antonio Gómez Aguilera
+34 658770678
Espárrago de Granada, S.C.A.
+34 958513061
joseantonio@esparragodegranada.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto