Avvisi























Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Gustibus approda su Alibaba

Le imprese siciliane aprono agli investitori e all'internazionalizzazione

Prosegue l'azione di internazionalizzazione e si intensifica il rapporto con il territorio, che vede premiato l'agroalimentare siciliano di qualità. E' il caso di Gustibus, impresa guardata con interesse da investitori del calibro di Banca Intesa, pronti a sostenere le imprese siciliane che vogliono continuare a crescere in Italia e all'estero. Tant'è che i vertici di Banca Intesa sono andati nei giorni scorsi in azienda per effettuare un sopralluogo negli stabilimenti di Assoro (EN), dove hanno trovato il presidente Francesco Pecorino a illustrare le sfide presenti e del futuro.

"Nonostante il difficilissimo momento di crisi sanitaria ed economica che la pandemia ha determinato - ha sottolineato Pecorino -continuiamo a portare avanti strategie competitive che guardano tanto al know how quanto al legame dell'azienda con la Sicilia nel suo processo di valorizzazione delle materie prime locali, con un'idea di export che punta a far conoscere le peculiarità della regione anche oltre i confini nazionali".

Sono due i prossimi impegni sul fronte dell'innovazione assunti dall'azienda agroalimentare, le cui basi sono state gettate nell'anno appena concluso con l'ampliamento dello stabilimento che, da 20mila metri quadrati, 7 dei quali a superficie coperta, passerà a 80mila metri quadrati, con 25mila metri quadrati di superficie coperta.

Una parte cospicua dell'intera area sarà attrezzata e dedicata per consentire il prima possibile, entro giugno, il lancio di una novità assoluta: la prima linea del "fresco" di salse di pomodorino ciliegino e datterino, prodotti 100% siciliani, destinata al mercato italiano. "Un investimento che garantirà di raddoppiare il fatturato nei prossimi 24 mesi", ha assicurato Pecorino.

L'azienda sta già lavorando per far partire il primo impianto in Sicilia per il confezionamento in doypack. Un'idea che ha una doppia valenza, in quanto da un lato intercetta le preferenze dei consumatori stranieri, dall'altro avrà un enorme impatto sul versante della sostenibilità ambientale. Dal packaging che utilizza esclusivamente il vetro, Gustibus passerà gradualmente al doypack: le prime confezioni riguarderanno un prodotto destinato al canale Horeca per i mercati nazionali ed europei: una linea di sughi di pomodoro ciliegino e datterino, pensati specificatamente per le pizzerie e confezionati in buste da 5 Kg.

Ma l'interesse è crescente anche per il mercato online, ai colossi come Amazon o Alibaba, dove l'utilizzo del doypack è condizione imprescindibile anche per il trasporto. Su quest'ultimo punto, Gustibus ha firmato un accordo con Alibaba per aprire una vetrina: si parte con 6 prodotti, per salire presto a 15, con l'obiettivo di gestire una vetrina con una cinquantina di prodotti a marchio.

Gustibus getta le basi, dunque, per poter competere con i colossi della grande distribuzione nazionale. E lo fa con tutte le carte in regola, letteralmente. Non ultime, quelle che hanno permesso di ottenere di recente la certificazione 231, un modello organizzativo che rende le procedure interne più trasparenti, e che costituisce non solo un'occasione di crescita e sviluppo per l'impresa ma anche un presidio di legalità. Il protocollo, infatti, imporrà che tutti i fornitori Gustibus debbano rispondere a precisi requisiti. Una certificazione che si aggiunge alla IFS International Food Standard; BRC, British Retail Consortium; ISO 22005; UTZ; RSPO; FDA; HACCP.

Contatti:
Gustibus
C.da Milocca, Z.I. Dittaino
94010 – Assoro (EN)
Tel. +39 0935 951021
Email: info@gustibus.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto