Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Massimo Pavan nominato presidente

Nuovo CdA per il Consorzio della Carota Novella di Ispica IGP

Novità per il Consorzio di tutela della Carota Novella di Ispica IGP che, lo scorso 21 dicembre, ha visto la riunione dell'assemblea dei soci per il rinnovo del Consiglio d'Amministrazione e del direttivo.

Il nuovo assett è composto da: Giovanni Assenza (legale rappresentante dell'azienda "Del Sole"), Carmelo Calabrese (legale rappresentante dell'azienda "Fonteverde"), Carmelo Calabrese (legale rappresentante dell'azienda "Colle d'Oro"), Giulia Criscione (legale rappresentante dell'azienda "CO.A.CRI."), Massimo Pavano (legale rappresentante dell'azienda PEF s.r.l).

Alle elezioni del CdA sono seguite le nomine che hanno assegnato la carica di Presidente a Massimo Pavan, mentre la nomina dei due vicepresidenti è andata a Carmelo Calabrese dell'azienda Colle D'Oro e all'omonimo Carmelo Calabrese dell'azienda Fonteverde, quest'ultimo presidente uscente. Sono stati nominati consiglieri Giovanni Assenza e Giulia Criscione .

Il nuovo presidente Pavan (qui in foto), ha dichiarato: "Ringrazio il past president Calabrese per il lavoro svolto finora. Voglio rassicurare tutti i soci circa l'impegno che metterò per continuare a far crescere il Consorzio e cercherò, assieme al nuovo CdA, di sviluppare ancora di più la promozione della Carota Novella di Ispica IGP, che in questi anni ha avuto un riscontro sempre maggiore da parte dei consumatori, i quali hanno apprezzato la qualità della nostra carota, sempre sinonimo di grande freschezza, dolcezza e croccantezza".

Abbiamo sentito anche il presidente uscente, il quale non ha mancato a sua volta di rivolgere un pensiero ai soci e al nuovo establishment: "Non posso che ringraziare a mia volta l'assemblea dei soci per la fiducia accordatami ininterrottamente per 11 anni, ovvero dalla costituzione del Consorzio stesso. Abbiamo fatto grandi cose per la produzione e la commercializzazione della carota novella di Ispica IGP, implementando procedure tese a migliorare la qualità produttiva, tenendo sempre conto della sostenibilità ambientale ed economica del comparto. Dall'altra, abbiamo generato un valore aggiunto inestimabile sul piano della sicurezza alimentare, nel superiore interesse del consumatore finale e della filiera tutta. La nuova compagine direttiva continua a vedermi impegnato al servizio del Consorzio come vicepresidente per non disperdere una expertise assimilata con sacrificio e dedizione. Al nuovo presidente e a tutta la squadra vanno i miei più fervidi auguri di buon lavoro, nella certezza che il Consorzio è nelle migliori mani possibili".

Carmelo Calabrese

Breve storia del Consorzio
"Intorno agli anni '80, periodo della massima produzione di "Carota Novella di Ispica", le superfici del comprensorio sono arrivate a raggiungere i 3500-4000 ettari con produzioni da q.li 1.500.000 a 2.000.000 di carote. Negli ultimi anni, le superfici si sono ridotte mantenendosi nel comprensorio intorno a 1300-1500 ettari, con produzioni che mediamente nelle annate buone si aggirano a 650.000-750.000 di q.li.

I dati ISTAT sono molto variabili, per quanto riguarda la produzione, in relazione all'andamento climatico. La produzione del comprensorio delimitato rappresenta circa il 90% della produzione della Sicilia. Le aziende che si sono associate per tutelare e valorizzare le produzioni della "Carota Novella di Ispica" rappresentano, in termini di superfici, di produzione e di commercializzazione il 55-60% degli operatori che operano nel comprensorio, costituendo la parte rappresentativa dei produttori della "Carota Novella di Ispica" del territorio delimitato. Oggi è coltivata in circa 1500 ettari, per una produzione complessiva che supera le 75.000 tonnellate.

Per quanto attiene la coltivazione della carota, le superfici coltivate sono 12.664 ettari in Italia, di cui 3.390 in Sicilia, pari al 26,8% del totale e quantitativi raccolti (587.319 ton in Italia, di cui 128.585 in Sicilia, pari al 21,9%), e si registra un dato in esportazione pari all'1,2% della produzione nazionale, mentre è in crescita la quota di prodotto importato: oltre 9.400 ton. In tale contesto, la carota "Novella di Ispica", gioca un potenziale ruolo chiave in quanto rappresenta la prima carota di qualità a entrare nel mercato proprio nel momento di massimo livello di importazione.

Le origini documentate della Carota Novella di Ispica risalgono al 1955 e, dagli anni '50, la sua coltivazione si è progressivamente ampliata, anche grazie al grande successo commerciale riscontrato sui mercati nazionali ed esteri, dovuto principalmente alle caratteristiche uniche di questa radice, quali la precocità di maturazione, la croccantezza, il profumo, il colore e il sapore, nonché la ricchezza in carotene e glucosio.

Gli scambi commerciali import-export dell'Italia evidenziano un aumento delle spedizioni all'estero di carote rispetto alle importazioni, che restano sostanzialmente stabili. In Sicilia, il primato della produzione della carota spetta alla provincia di Ragusa, che da sola rappresenta il 59% (80.000 ton - dati Istat) della produzione regionale, seguita dalla provincia di Siracusa con il 32% (44.200 ton, dati Istat). Tale produzione, come già detto, è caratterizzata dal suo ciclo produttivo e dalla sua qualità.

Contatti:
Consorzio di Tutela  
Carota Novella di Ispica Igp
Via B. Spadaro, 97
97014 Ispica (RG) Italy
Email: info@carotanovellaigp.it
Web: www.carotanovellaigp.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto