Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Brexit: quale protezione delle varieta' vegetali in Ue?

A seguito della Brexit e al relativo accordo sul recesso del Regno Unito dall'Unione Europea, è stato previsto un periodo di transizione che durerà fino al 31 dicembre 2020, momento in cui il diritto comunitario non sarà più applicabile nel Regno Unito. Durante la fase transitoria, saranno applicate le norme Ue per i richiedenti e i titolari di diritti di varietà vegetali nell'Ue. Il diritto Ue continuerà ad essere applicato nel Regno Unito fino al 31 dicembre 2020. 

In base alle attuali indicazioni fornite dagli Uffici competenti nel Regno Unito, le varietà con protezione Ue Community Plant Variety Rights già concesse prima del 31 dicembre 2020, saranno protette in UK in base alla legge del Regno Unito e, al momento, non sarebbero richieste azioni da parte del titolare. Tuttavia sarà necessario monitorare le successive determinazioni che saranno assunte nel Regno Unito, per verificare eventuali aggiornamenti e se, quindi, saranno necessarie azioni da parte dei titolari di EU CPVR per poter ottenere nel Regno Unito la corrispondente protezione della varietà già registrata in EU.

Le privative comunitarie per varietà vegetale concesse prima della scadenza del periodo di transizione saranno protette dalla legge del Regno Unito. Dal 1 gennaio 2021 il diritto Ue non sarà più applicabile nel Regno Unito.

Per una domanda di privativa comunitaria depositata e ancora pendente al 31 dicembre 2020, potrà essere depositata nel Regno Unito la corrispondente domanda di protezione per Plant Breeder Rights prima del 30 giugno 2021, in tal caso beneficiando della priorità della corrispondente domanda EU CPVO se i requisiti di novità erano soddisfatti in base alla normativa in EU e alla normativa nel Regno Unito.

Per le domande di privativa comunitaria per varietà vegetale già depositate e non ancora concesse durante il periodo di transizione, sarà necessario depositare una domanda nazionale nel Regno Unito per la protezione della varietà. 

Dal 1 gennaio 2021 per le nuove domande per varietà vegetale, dovrà essere depositata separata domanda sia nel Regno Unito sia in EU per la protezione della varietà.

Per le procedure d'esame delle varietà vegetali, i rapporti d'esame DUS (Distintivity, Uniformity and Stability) effettuati dagli Uffici d'Esame con sede nel Regno Unito, non possono più essere utilizzati dal CPVO come base per la valutazione e concessione di un diritto di privativa comunitaria di varietà vegetale. Inoltre, i richiedenti e i titolari di diritti comunitari di varietà vegetali con sede nel Regno Unito al termine del periodo di transizione dovranno nominare un rappresentante procedurale nel territorio dell'UE. 

Il sistema Ue di privative comunitarie per varietà vegetali è il più ampio al mondo e dal 1995 ha esaminato oltre 54 000 domande e registrato oltre 41 000 privative comunitarie per varietà vegetali. Questo sistema di protezione consente di ottenere la protezione in Ue presentando un'unica domanda per varietà vegetale. 

L'intenzione è di attuare, se possibile, una continuità di protezione nel Regno Unito per la maggioranza dei diritti di proprietà intellettuale validi in Ue.

Ci sono molti interrogativi per i richiedenti e i titolari di varietà vegetali. La procedura è ancora in fase di definizione nel periodo transitorio e non è possibile sapere al momento quali saranno gli accordi definitivi relativi alla protezione dei diritti nel Regno Unito.

Per maggiori info:
www.moriconifranco.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto